A Pettinengo (BI) la Nazionale di Corsa in montagna s'inchina al keniano Kangogo, all'etiope Hawi la gara femminile

Di GIANCARLO COSTA ,

Martin e Bernard Dematteis, Xavier Chevrier e Alex Baldaccini a Pettinengo (foto organizzazione)
Martin e Bernard Dematteis, Xavier Chevrier e Alex Baldaccini a Pettinengo (foto organizzazione)

Successo per il Giro Internazionale di Pettinengo giunto alla 45a edizione. Cast d’eccezione con la presenza al via della Nazionale Maschile di Corsa in Montagna campione del mondo in carica e con atleti internazionali di primo piano nel panorama della corsa su strada.

A vincere è ancora una volta l’Africa con il keniano Cornelius Kipru Kangogo a precedere in volata dopo 10km l’etiope e favorito della vigilia Edris Awel Muktar: stesso tempo al centesimo per i due protagonisti di giornata (26:34) che precedono un altro keniano Rober Cheruiy Kaptingei, terzo classificato (27:00). Primo degli azzurri al traguardo uno splendido Italo Quazzola (Atl. Piemonte), 10mo assoluto con 28:20; il biellese si migliora nettamente limando ben 2 minuti esatti al proprio primato personale sulla distanza che risaliva al 2014. Quazzola è seguito in classifica dagli azzurri della montagna: nell’ordine Alex Baldaccini (GS Orobie), 11mo in 28:31, Martin Dematteis (Corrintime) 12mo in 28:47, Bernard Dematteis (Corrintime) 13mo in 29:02, Xavier Chevrier (Atl. Valli Bergmasche) 14mo in 29:11. In chiave italiana, seguono in classifica Edward Young (Pod. Valchiusella) in 29:24, Stefano Guidotti Icardi (CUS Torino) in 29:30 e Francois Marzetta (Fiamme Oro) in 29:40.

Dominio africano anche nella prova femminile (4km) con questa volta l’Etiopia davanti al Kenya. A vincere è infatti Alemitu Hawi, la 2° classificata dello scorso anno verso la quale già propendevano i favori del pronostico; 12:40 il tempo della vincitrice che precede la keniana al debutto in Italia Carolyne Jepkosgei (12:57) e la ceca Kristina Maki (13:02). Prima delle azzurre Federica Dal Ri (Esercito), 4° in 13:06; seguono Silvia La Barbera (Forestale), 6° in 13:11, Sara Brogiato (Aeronautica) 7ma in 13:18 e la biellese Valentina Costanza (Esercito) 8° in 13:25.

CAMPIONATO REGIONALE GIOVANILE. Il Circuito Internazionale di Pettinengo assegnava anche i titoli regionali per le categorie giovanili (cadetti/ragazzi) di corsa su strada. Nella categoria CADETTI (2600m) il titolo maschile va a Daniele Nicolò (Atl. Balangero), bronzo sui 1000m in pista alla Kinder+Sport Cup 2015; alle sue spalle sul podio salgono Giovanni Cotti (Runner Team 99) e Yassin Choury (Vittorio Alfieri Asti). Al femminile (1800m) la vittoria e il titolo vanno a Assia El Maazi (Runner Team 99) che precede Beatrice Mondino (Atl. Saluzzo) e Giovanna Selva (Atl. Ossolana Vigezzo).

Nella categoria RAGAZZI invece, vince la prova maschile (1400m) Widly Nocenti (Derthona Atletica) davanti a Stefano Bersia (Atl. Saluzzo) e a Enrico Pelganta (GSD Genzianella). Al femminile (1100m) il titolo va a Noemi Bouchard (Atl. Valpellice); con lei sul podio regionale anche Federica Pagliassotto (Runner Team 99) e Martina Canazza (Team Atl. Mercurio Novara).

TROFEO DELLE PROVINCE. In occasione del Circuito Internazionale di Pettinengo e ormai tradizione organizzare il Trofeo delle Province di Corsa su Strada, il cui risultato finale è dato dalla somma dei punteggi ottenuti dagli atleti delle categorie ragazzi, cadetti e allievi convocati dai propri comitati provinciali. Come lo scorso anno il Trofeo va alla Provincia di Torino che, con 617 punti, precede Cuneo (525 punti) e Brescia (515 punti); completano la classifica Novara – VCO (403 punti), Biella-Vercelli (329 punti) e Alessandria-Asti (302 punti).

Detto dei risultati individuali di cadetti (vittoria di Torino sia al maschile che al femminile) e ragazzi (con successi per Alessandria-Asti al maschile e Torino al femminile) segnaliamo le prestazioni degli allievi con il netto successo al maschile, su percorso di 6,5km, di Sergiy Polikarpenko (Atl. Piemonte – Rappr. Torino) con 21:26; alle sue spalle Enrico Oddone (Atl. Giò 22 Rivera) con 22:28 e Francesco Breusa (Atl. Pinerolo) con 22:34. Prima classificata delle allieve (4km) la campionessa italiana dei 3000m in pista Valentina Gemetto (Atl. Saluzzo – Rappr. Cuneo) che, con 14:20, precede Michela Cesarò (CUS Torino) con 14:24 e Alessia Scaini (Atl. Savoia) con 14:39.

Fonte fidalpiemonte.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti