Trailaghi: si corre nel bello a Chiaverano il 14 aprile

Di GIANCARLO COSTA ,

Trailaghi volantino
Trailaghi volantino

“Vi facciamo correre nel bello” questo lo slogan e filo conduttore degli organizzatori di Trailaghi, la gara di trail running che si correrà il 14 aprile sui sentieri attraverso i boschi della Serra Morenica che circonda Chiaverano, paese limitrofo di Ivrea, luogo di partenza e arrivo, in piazza Ombre, dove si trova anche il campo sportivo.

Cinque le gare in programma:

- Trofeo Margut – Gara da 11,4 km e 560 m D+
- Trailaghi Classic (a coppie) – Gara di 25 km, 1080 m D+
- Trailaghi XL – Trail di 54,4 km, 2290 m D+
- Trail dei Mirtilli, di circa 28,2 km 1200 m D+
- Trofeo Margut Dog Endurance

Rispetto all’edizione 2018, è stato leggermente allungato il percorso della Trailaghi XL, per soddisfare i requisiti richiesti dall’ITRA per assegnare al trail canavesano i 3 punti qualificanti per l’UTMB, allungamento del percorso che si riflette anche sul trail dei Mirtilli.

Trailaghi non è solo sport, ma anche solidarietà.
L’organizzazione Trailaghi ha raccolto in questi anni più di 24000 euro, che sono stati destinati all’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), contribuendo all’acquisto di un’autovettura per il trasporto dei malati, alla G.R.A.M.A. (Gruppo di Mutuo Aiuto per famigliari di persone disabili) e all'UGI (Unione Genitori Italiani contro il tumore dei bambini). E’ stata inoltre acquistata una Joelette (speciale carrozzella da fuori strada a ruota unica) donata al C.A.I. per portare in escursione sui sentieri le persone disabili.
Quest’anno l’iniziativa è “Si cammina per il cuore”, organizzata da Soroptimist International d’Italia, nell’ambito dell’iniziativa nazionale “Si parla di cuore”, una passeggiata sui sentieri dei 5 laghi. L’iniziativa è a sostegno della campagna per l’informazione sulla medicina di genere ed in particolare sulle malattie cardiovascolari nelle donne

Anche quest’anno Sonia Glarey, atleta del trail running dal palmares internazionale, non si mete il pettorale ma indossa i panni dell’organizzatrice.

“Siamo una trentina nello staff organizzativo, che il giorno della gara diventano un centinaio, grazie ai volontari e alle varie associazioni coinvolte. Quest’anno purtroppo Roberto Pero, ideatore della gara e anima dell’organizzazione fin dalla prima edizione (siamo alla settima) ha avuto un problema fisico e dovrà stare tranquillo, faremo in modo che tutto fili liscio anche per lui. Quest’anno la giornata del sabato, oltre che alla distribuzione dei pettorali e alle ultime iscrizioni, vedrà protagonista Marco Olmo, che presenterà il suo ultimo libro “Correre nel grande vuoto”. I tracciati sono stati tutti ripuliti e segnalati, con l’aggiunta di qualche chilometro per Trailaghi XL per confermare i 3 punti qualificanti per l’UTMB. Appuntameto a tutti domenica per la gara.”

Trailghi è anche corsa agonistica di alto livello, basta vedere l’albo d’oro delle sei edizioni passate con i vari vincitori, partendo da quello che era il format originale a coppie, per arrivare all’ultima edizione dove le fare in programma sono state ben 5.
E anche quest’anno scorrendo l’elenco degli iscritti si prospetta una bella lotta per i vari podi di domenica.
Iniziando dalla XL saranno al via Gabriele Abate, Giuliano Cavallo, Stefano Ruzza, Pablo Barnes al maschile e Virginia Oliveri, Sonia Locatelli e Marina Plavan al femminile. Nel Mirtillo Chiara Giovando ed Elisabetta Negra al femminile, Marco Bethaz al maschile. Nel Trailaghi a coppie le sorelle Silvia e Iva Borgesio, Giraudo-Cavallo e Valsesia-Cerutti nelle coppie miste. Nel Margut Emanuele Coda e Marcella Pont.

E sabato 13 aprile, sarà ospite d'onore di Trailaghi, Marco Olmo, che presenterà il suo ultimo libro "Correre nel grande vuoto".

Per le iscrizioni consultare il sito www.wedosport.net, le ultime iscrizioni presso il negozio Gymmy Sport di Ivrea, a Chiavarano sia sabato pomeriggio che domenica mattina, tranne che per la XL. Per ulteriori informazioni sulle gare www.trailaghi.it

A lunedi per la cronaca

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti