Mozzafiato Skyrace: i vincitori sono Franco Sancassani ed Emanuela Brizio, che si aggiudica il Campionato Piemontese Skyrunning come Paolo Bert

Di GIANCARLO COSTA ,

Paolo Bert campione piemontese skyrunning (foto Allioli )
Paolo Bert campione piemontese skyrunning (foto Allioli )

Due nomi prestigiosi hanno firmato la 5^ edizione della Mozzafiato Skyrace 30 km per 2.550 metri di dislivello positivo che si è svolta tra le montagne Italiane e Svizzere sul confine del lago Maggiore tra Cannobio e Locarno nella torrida giornata di sabato 08 agosto: Emanuela Brizio e Franco Sancassani.

Avvincente la gara maschile, caratterizzata da una bellissima lotta tra Ismail Razga Valetudo skyrunning Italia, Paolo Bert team la Sportiva e Sancassani Franco del Bellaggio team Patagonia: il giovane Valetudo Razga ha spesso condotto le prime fasi di gara, ma è stato poi Bert a passare per primo sulla vetta del gpm il Limidario, a quota 2188 metri; in discesa Sancassani ha dimostrato di avere ancora una bella riserva di energie, andando a superare Bert e presentandosi tutto solo al Campo Sportivo di Cannobio dopo 3h31'42"; al secondo posto, con il tempo di 3h37'49", Paolo Bert, che ha conquistato il Campionato Regionale FIS (Federazione Italiana Skyrunning), mentre terzo si è classificato, con il tempo di 3h42'24", il Marocchino Valetudo residente nei Paesi Baschi Spagnali Ismail Razga.

Rolando Piana Valetudo skyrunning Italia e Cristian Minoggio di Cannobio si sono classificati rispettivamente al 4^ e 5^ posto: veramente un ordine di arrivo di altissimo livello per questa "prima volta" sul nuovo percorso della Mozzafiato. Sesto il Kratos Fenaroli Maurizio e settimo il bergamasco Carrara Luca.

Emanuela Brizio dopo il successo dello scorso anno su il percorso ridotto della Mozzafiato con partenza e arrivo dal campo sportivo di Cannobio si è anche laureata Campionessa Regionale FIS, non ha come al solito avuto rivali, chiudendo la skyrace in 4h21'36"; ancora una volta Michela Piana ha conquistato la seconda posizione, con il tempo di 5h06'32", mentre terza si è classificata la bravissima bergamasca Daniela Rota in 5h15'00"; quarta e quinta posizione rispettivamente per Gabriela Baccan e Francesca Fracassi.

167 gli iscritti alla Mozzafiato Skyrace.

Emanuela nel dopo gara ha dichiarato: Lo scorso anno ho preso io tanta acqua mentre oggi per l’alta temperatura ho messo io sul terreno tanta acqua!!

Nella Mezzafiato Race, gara al debutto assoluto, che ha registrato 101 iscritti, il giovanissimo - 19 anni - Marcello Ugazioè letteralmente volato sui 17 km con 1280 m di dislivello positivo: nonostante due cadute, il galliatese ha trionfato in 1h37'56"; se si pensa che il secondo, il forte Mauro Stoppini, è arrivato in 1h48'02" si capisce il valore della prestazione di Ugazio; terzo si è classificato Mauro Pirazzi in 1h54'44".

Molto più combattuta la gara femminile con Annalisa Cappellettiche ha vinto in 2h11'20", precedendo di soli 17" Daniela Bona; terzo posto per Patrizia Turtora in 2h18'22".

Il gran caldo, unito alla durezza del percorso, ha costretto al ritiro molti atleti, nonostante i ben undici ristori messi a disposizione dall'organizzazione; i partecipanti hanno comunque apprezzato il lavoro del Mozzafiato Team, che ha organizzato l'evento e che sta già pensando all'edizione 2016.

Fonte Ufficio Stampa Mozzafiato Sky Race

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti