Moscato di Scanzo trail: brindano Niyirora, Simukeka e Manirafascha, titoli urban trail CSEN outdoor a Galassi e Bossetti

Di GIANCARLO COSTA ,

Manirafascha e Simukeka all'arrivo del Moscato di Scanzo trail (foto Serim)
Manirafascha e Simukeka all'arrivo del Moscato di Scanzo trail (foto Serim)

Domenica 8 settembre Scanzorosciate Bergamo, nella più piccola Docg d’Italia si è svolto l’Urban trail valido come prova unica di campionato Italiano CSEN outdoor. Bestiale il meteo che ha accompagnato gli atleti lungo i 20 km del suggestivo tracciato tra vigneti e cantine con un dislivello positivo di 900 metri, le raffiche di vento che hanno subito gli atleti e il personale di servizio si possono perfettamente paragonare a quelle famose della bora di Trieste, gli scrosci di pioggia tipo uragano sembravano delle martellate sulle sagome dei concorrenti. Gli autentici eroi podisti che sono finiti in classifica sono stati 259, e in un clima prettamente nordico i podisti africani del Rwanda del team Serim By Biofreeze Zenithal Racer e Mizuno hanno dominato il trail con un autocontrollo della gara da manuale.

Al maschile nei primi chilometri di gara Bossetti Matteo società ATL. Valli Bergamasche Leffe ha fatto da apripista ma con il passare dei km il duo rwandese Manirafscha Primien e Simukeka Jean Baptiste ha messo il turbo e si sono avvantaggiati senza più perdere la testa della competizione bergamasca. Nel trail rosa una scatenata rwandese Niyirora Primitive ha comandato la gara in lungo e in largo lasciando alle avversarie i due gradini del podio più bassi. A vincere questo trail internazionale in volata è stato Manirafascha Primien in 1h27’00” secondo il suo capitano e allenatore Simukeka Jean Baptiste 1h27'01". Terzo e primo italiano Matteo Bossetti in 1h27’23” a cui và il titolo nazionale CSEN outdoor di urban trail, quarto il locale del team Salomon Carrara Luca 1h31’20” e quinto il Serim by Biofreeze Zenithal Racer e Mizuno Rota Luca 1h31’34”. Il trail del moscato rosa è stato conquistato dalla giovane africana Niyirora Primitive con il nuovo record del percorso in 1h40’14”, seconda e prima italiana quindi campionessa nazionale CSEN outdoor Samantha Galassi team La Recastello Radici group 1h42’18”, terza Vassalli Daniela ATL. Paratico 2h00’33”. Applausi meritati al comitato organizzatore e allo speaker Juri Pianetti.

Di Giorgio Pesenti - Serim

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti