Martin Anthamatten da record alla Susa-Rocciamelone Red Bull K3, Camilla Magliano prima donna

Di GIANCARLO COSTA ,

Martin Anthamatten vincitore della Susa Rocciamelone Red Bull K3 (foto organizzazione)
Martin Anthamatten vincitore della Susa Rocciamelone Red Bull K3 (foto organizzazione)

Stratosferico successo dello svizzero del team Salomon Martin Anthamatten, che di mestiere fa la guida alpina a Zermatt, e che oggi ha stabilito un record che farà parlare molto gli appassionati di corsa in montagna e alpinismo, meno di 2 ore per salire sul Rocciamelone da Susa, anzi 1h58’53”.

Da Susa al Rocciamelone, 10 km di salita con 3030 metri di dislivello positivo, dai 500 metri di Susa ai 3538 metri di quota del Rocciamelone, il triplo Km Verticale targato Red Bull K3 e organizzato dal trio Nico Valsesia, Maurizio Scilla e Marco Abbà.

Giornata grandi firme leggendo il parterre dei partenti, si pensa che il record possa cadere sotto le scarpette del detentore, lo svizzero Remi Bonnet ritornato ad alto livello dopo un anno in cui se n’erano perse le tracce agonistiche. Invece salta fuori lo svizzero che non t’aspetti, anche lui scialpinista e skyrunner, oltre che essere guida alpina, che realizza una grande impresa sportiva e va a vincere in 1h58’53” nuovo record del percorso e del Rocciamelone. Seconda piazza per il detentore del record, che si migliora comunque, Remi Bonnet in 2h00’30”, e soprattutto un grande Nadir Maguet che sale sul terzo gradino del podio in 2h05’24”. Un cast internazionale completa la top ten, tutti compresi tra le 2h08’ e le 2h11’, con lo sloveno Nejc Kuhar 4°, Henry Hofer 5°, il norvegese Vik Stian Angermund 6°, Patrick Facchini 7°, lo sloveno Luka Kovacic 8° ed i francesi Alexis Sevennec e William Bon Mardion rispettivamente 9° e 10°.

Nella gara femminile vittoria dell’astro nascente della corsa in montagna italiana, la torinese Camilla Magliano, che pur non attaccando il record femminile della spagnola Laura Orgue, si porta a casa in 2h29’36 questo prestigioso successo, seguita sul podio dalla svizzera Victoria Kreuzer 2a in 2h31’38” e dalla spagnola Maite Maiora 3a in 2h33’03, con Chiara Giovando 4a in 2h38’29” e la norvegese Hilde Aders 5a in 2h41’23”, mentre Ornella Bosco, Barbara Cravello, Zuzana Krchova, Francesca Bellezza e Corinne Favre completano la top ten.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti