Vertical Race Pian della Mussa-Rifugio Gastaldi: record di Marco Moletto, a Francesca Bellezza la gara femminile

Di GIANCARLO COSTA ,

1 Marco Moletto vincitore della Vertical Race Rifugio Gastaldi (foto fb adoglio)
1 Marco Moletto vincitore della Vertical Race Rifugio Gastaldi (foto fb adoglio)

Quarta edizione della corsa in montagna Vertical Race Pian della Mussa-Rifugio Gastaldi, gara disputata nelle Valli di Lanzo in provincia di Torino, nell'incantevole scenario del Pian della Mussa, con partenza a circa 1800 metri di quota, nei pressi del Rifugio Città di Ciriè, e arrivo ai 2760 metri della Rocca Turo, vetta appena sopra il Rifugio Gastaldi (quota 2659 m). I chilometri da percorrere erano 3,2 con 970 metri di dislivello da salire, su un percorso molto muscolare, un sentiero sassoso che sovente tagliava i tornanti per inerpicarsi verso il Rifugio Gastaldi, al cospetto di montagne come la Bessanese e l'Uia di Ciamarella, mete classiche della zona.

In tanti, 120 circa nuovo record di partecipanti, hanno raccolto l'invito degli organizzatori, il Rifugio Gastaldi, il negozio Cuore da Sportivo di Torino e Francesco Zucconi, in passato protagonista di queste corse. Così ne è venuta fuori una gara di alto livello, in cui hanno fatto la parte del leone gli scalatori specialisti di questo genere di gare, sia al maschile che al femminile.

Grande prestazione del vincitore Marco Moletto del Team La Sportiva – Apple Run, che rientrava alle gare dopo un mese di sosta, continuando da dove aveva lasciato, cioè dalla vittoria nel K3 Susa-Rocciamelone. Qui i metri di dislivello da salire sono un terzo rispetto ai 3000 del K3, ma la musica non cambia. Partito in testa tallonato dal vincitore 2015 Simone Eydallin, ha aumentato il ritmo nella parte più dura del percorso e si è presentato in vetta alla Rocca Turo in 38'39”, nuovo record del percorso. Intanto alle sue spalle era lotta per salire sul secondo gradino del podio, risoltasi a vantaggio del “local” Stefano Castagneri in 41'09” su Simone Eydallin 3° in 41'19”, con Davide Vacchieri 4° e Giovanni Bosio 5°.

Nella gara femminile è stata Francesca Bellezza ad avere la meglio con una prova da scalatrice di razza, alle sue spalle si aggiudica la seconda piazza Debora Cardone, con Cristina Dosio che completa il podio, seguita da Sara di Vincenzo 4a e Rachele Young 5a.

Questa gara fa parte di un trittico di Vertical, che dopo la prima prova di agosto ad Ala di Stura con il trofeo Karfen, si concluderà domenica prossima a Forno Di Coazze con la salita la rifugio Balma.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti