Tuscany Camp Marathon: vittorie a tempo di record per Tanui e Kiptanui, La Rosa e Straneo a un soffio dalla qualificazione olimpica

Di GIANCARLO COSTA ,

Angela Tanui vincitrice  Tuscany Camp Marathon (foto Grana Tuscany Camp)
Angela Tanui vincitrice Tuscany Camp Marathon (foto Grana Tuscany Camp)

Gara da record nella maratona Tuscany Camp Marathon all’aeroporto di Siena Ampugnano. Tra le donne arriva il miglior risultato di sempre sulle strade italiane con il successo della keniana Angela Tanui, che in 2h20:08 demolisce di oltre due minuti il crono di 2h22:25 ottenuto dalla connazionale Vivian Kiplagat nel 2019 a Milano. Trionfa il Kenya anche al maschile nella sfida vinta da Erick Kiptanui con 2h05:47 per realizzare il secondo tempo della storia sul suolo nazionale, in una prova molto veloce che vede tredici atleti sotto le 2h08.

In chiave azzurra Stefano La Rosa (Carabinieri) è trentesimo in 2h11:42, sfiorando l’obiettivo dello standard olimpico fissato a 2h11:30, in una mattinata fresca (9 gradi di temperatura alla partenza) con pioggia leggera e vento a tratti. Al debutto sulla distanza dei 42,195 chilometri Said El Otmani (Esercito) chiude in 2h13:23 dopo un calo di ritmo nel finale, mentre si migliorano il campione tricolore Giovanni Grano (Nuova Atl. Isernia, 2h13:40) e Daniele D’Onofrio (Fiamme Oro, 2h14:07). Da sottolineare anche la gara di Francesco Puppi (Atl. Valle Brembana, 42esimo), azzurro di corsa in montagna e vicecampione mondiale delle lunghe distanze, con il crono di 2h16:18 migliorandosi di quasi otto minuti.

Al femminile Valeria Straneo (Laguna Running) riesce ancora a correre in 2h30:33, a 45 anni compiuti da pochi giorni, senza però raggiungere il crono richiesto per i Giochi di Tokyo (2h29:30). La primatista italiana si piazza ventesima al traguardo davanti a Sara Brogiato (Aeronautica) che firma il record personale con 2h34:24, sotto lo sguardo del presidente FIDAL Stefano Mei, nella prima edizione della Tuscany Camp Marathon - “European Olympic Marathon Qualification Race - Xiamen Marathon & Tuscany Camp Global Elite Race”, disputata su un circuito di circa cinque chilometri nello scalo del comune di Sovicille (Siena).

Fonte Fidal

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti