Trail del Golfo Paradiso: Lidia Rebora e Sergio Vallosio primi in Paradiso.

Di GIANCARLO COSTA ,

Golfo Paradiso (foto De Alessandri Valetudo team)
Golfo Paradiso (foto De Alessandri Valetudo team)

Chi ha detto che una corsa debba essere sempre lunga per essere bella? Sabato 26 aprile 2014, in controcorrente a tanti trail che allungano i propri chilometraggi a dismisura, gli organizzatori del Santa Croce hanno concentrato in 20 km le splendide bellezze del Golfo Paradiso.

Con partenza da Pieve Ligure Alta, a pochi chilometri da Nervi, un tracciato sempre tecnico e subito in salita ha condotto gli atleti per un bel bosco alla località di Rue Roveri. Un divertente ma mai banale saliscendi, con traccia aperta appositamente per il trail, porta fuori dal bosco alla cappelletta di S. Rocco e quindi alla caratteristica frazione di Teriasca, con passaggio nei bellissimi carrugi interni.

Ora il percorso procede in su pascoli con vista sul Golfo Paradiso e sulle montagne dell’interno, che grazie alle splendide condizioni meteo permette di apprezzare questo che è uno degli angoli più belli della Liguria.

Giunti alla Borgata Canepa inizia la parte più impegnativa di questa gara che conduce al Monte Uccellato di 828 m, tetto della gara. Il sole caldo di questa bella giornata quasi estiva ha messo a dura prova gli skyrunner in questo tratto aperto. Dalla cima, su bel crinale erboso ed aereo un entusiasmante saliscendi porta al Monte Croce, 518 metri in splendida cornice fra il mare e i monti dell’intero.

La discesa finale mette a dura prova le nostre gambe: il sentiero il lascia posto alle scalinate che spesso contraddistinguono le gare liguri, ma la soddisfazione per aver percorso un tracciato tanto bello in soli 20 km con 1.300 m di salita, per di più con un meteo ben favorevole, mette le ali alle nostre gambe.

La classifica premia Sergio Vallosio del Bergteam che vince in 2.10, secondo Giancardi Luciano in 2.12, terzo Mainardi Francesco del Santolcese in 2.17.

Per le ragazze l’atleta di casa Lidia Rebora Team Trionfo Ligure chiude in 2.37, seconda Sammartano Tatiana dell’Ergus Team 2.53 e terza Fiorito Marina in 2.54

Per Valetudo Skyrunning raccoglie un buon decimo posto Andrea De Alessandri in 2.34

Un grazie sincero agli organizzatori che hanno azzeccato tutto, dalla scelta del percorso, all’assistenza e al ricco ristoro finale.

Di Andrea De Alessandri

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti