Si corre domenica la Biella-Santuario di Graglia, iscrizioni esaurite

Di GIANCARLO COSTA ,

Partenza Biella Graglia 2019 (foto organizzazione)
Partenza Biella Graglia 2019 (foto organizzazione)

La 18ª ri-edizione della Biella-Santuario di Graglia parte con buonissimi presupposti. La quota massima prevista di partecipanti (350) è stato raggiunta con abbondante anticipo rispetto alla scadenza naturale delle iscrizioni, prevista giovedì sera. Una scelta, di limitare il numero di partecipanti, fortemente voluta dall'As Gaglianico 74 organizzatore dell'evento, per andare ad incrementare la sicurezza di partecipanti e volontari in ottica anti-Covid.

DOPPIA PARTENZA
Per quanto riguarda la partenza, per evitare assembramenti è stato deciso di dividerla in due: quindi domenica mattina 18 aprile alle 9.45 in punto prenderanno il via tutte le donne e i master uomini da M55 in poi; alle 10 partiranno tutti gli uomini fino alla categoria Master 50. In questo modo ci saranno due partenze con circa 170/180 atleti e sarà anche altamente spettacolare vedere le migliori donne lottare tra loro e non in mezzo a gruppi di uomini.

GARA, SEGRETERIA E CLASSIFICHE
La gara è classificata evento nazionale di Corsa su Strada Bronze label ed è valida quale terza prova della manifestazione regionale “Corri Piemonte”. Ha il patrocinio dei comuni attraversati, ovvero Biella, Occhieppo Inferiore, Muzzano e Graglia, oltre a quello del comune di Gaglianico e dell'Unione Montana Valle Elvo. Il percorso attuale è quello in vigore dal 2015 con partenza da via Lamarmora, zona Atl, e arrivo all'imbocco del piazzale del Santuario di Graglia: sono 11,3 chilometri di gara con circa 400 metri di dislivello concentrati negli ultimi 7 chilometri di gara. La segreteria sarà aperta in partenza dalle ore 8 a poco prima dell'avvio della prima ondata per formalizzare l'iscrizione, saldando la quota e ritirando il pettorale. Tutti gli atleti verranno dotati di un microchip usa e getta di rilevazione del tempo fornito da MySdam che gestirà autonomamente le classifiche e che verranno pubblicate sul sito ufficiale della Fidal Piemonte. Per tutti i finisher è prevista una medaglia celebrativa dell'evento oltre al pacco gara offerto dal Gaglianico 74 e dagli sponsor.

RITIRO BORSE
Grazie alla collaborazione con il Gs Graja è fornito il servizio trasporto borse dalla partenza all'arrivo. Gli atleti dovranno utilizzare esclusivamente le sacche predisposte dagli organizzatori. Il servizio sarà attivo dalle 8 alle 9.15.

NORME ANTI-COVID E SICUREZZA
A tutti gli atleti sarà misurata la temperatura corporea a cura della Croce Rossa Italiana che fornirà anche supporto sanitario durante la corsa. In fase di partenza è richiesto di tenere indossata la mascherina per i primi 500 metri. Durante la corsa va conservata e reindossata subito dopo l'arrivo. Durante il riscaldamento la mascherina è obbligatoria correttamente indossata. In partenza gli atleti saranno distanziati tra di loro di un metro. Sono previsti due ristori idrici con bottigliette di acqua chiuse al 7° chilometro e all'arrivo.
Il Gaglianico '74 per l'occasione ringrazia per la collaborazione nella gestione della sicurezza lungo il percorso tutte le forze di polizia locale dei comuni attraversati, nonché Protezione Civile IVV Vigliano Biellese, AIB Zumaglia, AIB Biella Orso, Protezione Civile Muzzano, Protezione Civile Occhieppo Inferiore per il prezioso supporto.

IL MONTEPREMI
Sono previsti premi individuali assoluti per i primi tre classificati e per i primi tre di ognuna delle 9 categorie d'età maschili e femminili previste per un totale di circa 1200 euro erogati in buoni benzina, oltre ad un pacco gara composto da prodotti del territorio, grazie al supporto dei partner dell'evento: Lauretana, Zegna Baruffa, Menabrea, Catto Caffé, Cizeta, Dolce Manna, Conad Occhieppo Inferiore/Candelo, La Soleggiata mele biologiche, Studio Receptum Servizi Immobiliari, Hary Brothers, Impresa Funebre Ghirardi, Muscato Noleggi, Il Fiore di Patrizia Taglioretti, Fratelli Carlino Formaggi, L'Angolo dell'Estetica, Omla costruzioni in ferro, Ristorante del Santuario, Galavotti Mauro lattoniere, Macelleria Acquadro, Puntogomme di Barbirato.

L'ALBO D'ORO E I RECORD
Nelle 17 edizioni organizzate dall'As Gaglianico 74 in ambito maschile ben cinque sono state vinte da Alberto Mosca, tre da Massimo Galliano e due da Alberto Accatino. Tra le donne in vetta all'albo d'oro c'è la biellese Viviana Vellati con tre successi, due invece per Emanuela Brizio, Beatrice Lanza e Lara Giardino. L'ultima edizione disputata è stata quella del 2019 quando si imposero Paolo Grillo dell'Atletica Saluzzo e la biellese Valeria Roffino delle Fiamme Azzurre.
I record dell'attuale percorso, che comprende le gare corse nel 2015, 2016, 2018 e 2019 appartengono a Paolo Gallo, vincitore nel 2015 in 41'37” e a Valeria Roffino che nel 2019 corse in 47'52”.

ISCRITTI
Sul sito https://gaglianico74.it/ sono presenti ulteriori informazioni e l'elenco iscritti che potrebbe subire qualche piccola variazione in caso di rinunce formalizzate entro le ore 24 di giovedì, con relativi ripescaggi dalla lista di attesa.

Fonte As Gaglianico 74

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti