Si corre domenica in Andorra il Campionato Mondiale di corsa in montagna

Di GIANCARLO COSTA ,

Bernard e Martin Dematteis con Cesare maestri tripletta Europei Skopje (foto Courthoud corsainmontagna)
Bernard e Martin Dematteis con Cesare maestri tripletta Europei Skopje (foto Courthoud corsainmontagna)

Si assegnano domenica i titoli mondiali di corsa in montagna Under 20 e assoluti sui pendii di Canillo in Andorra. Grandi favoriti i corridori africani, gli ugandesi campioni uscenti di Premana 2017 che quest’anno saranno insidiati dalla rappresentativa keniana quanto mai forte, con gli azzurri del DT Paolo Germanetto nel ruolo di guastafeste, soprattutto per le medaglie a squadre.

In gara i campioni uscenti di Premana, l’ugandese Victor Kiplangat e la keniana Lucy Wambui Murigi, ma è la compattezza di squadra delle rappresentative nazionali di Uganda e Kenya, con atleti di valore su 5000 e 10000 in pista e in maratona su strada, che fanno pensare come la corsa in montagna sia ormai pronta per il grande salto in chiave olimpica. Questa è la penultima edizione annuale, seguirà il 2019 in Argentina e dal 2021 i Campionati Mondiali saranno biennali, con una settimana di gare tra mountain running e trail running, come annunciato dalla IAAF all’UTMB di Chamonix.

L’Italia si presenta a Canillo dopo aver dominato i Campionati Europei, sia a livello individuale che a squadre, storicamente è la nazionale faro del movimento della corsa in montagna che via via si sta globalizzando. La sfida è elettrizzante anche se il percorso di sola salita, pur duro, predisposto dagli organizzatori andorrani, favorisce i corridori africani.

La nostra Nazionale sarà composta da 16 atleti, 8 uomini e 8 donne, di cui metà sono under 20. Per la Nazionale assoluta ci sarà iò campione europeo e per la sesta volta campione italiano Bernard Dematteis, con il gemello Martin Dematteis, a sua volta bronzo in Macedonia, quindi l'iridato di lunghe distanze 2017 Francesco Puppi e la possibile sorpresa Nadir Cavagna, specialista anche delle gare in pista.

Al femminile, nonostante alcune importanti defezioni, saranno al via Gloria Giudici, Elisa Sortini, la giovanissima Erica Ghelfi ed Emma Quaglia, che con la maglia azzurra della corsa in montagna ha vestito tutte le maglie nazionali dopo pista e strada.

La Nazionale Under20 maschile sarà composta da Isacco Costa, Dionigi Gianola, Alessandro Mello Rella e Giovanni Rossi, mentre quella femminile proverà a ripetere il successo degli Europei, oro individuale con Angela Mattevi e a squadre con Alessia Scaini, Gaia Colli e Linda Palumbo.

A lunedì per la cronaca.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti