La Resegup 2014 del prossimo giugno ha già un record: iscrizioni esaurite a quota 800 in cinque giorni

Di GIANCARLO COSTA ,

La partenza della prima edizione della ResegUp
La partenza della prima edizione della ResegUp

L'edizione 2014 della ResegUp si preannuncia da record e a tempo di

record sono andati esauriti gli 800 posti disponibili per iscriversi alla

spettacolare gara di corsa in montagna in programma nel pomeriggio di

sabato 7 giugno. Dopo i successi delle passate edizioni, gli organizzatori

della 2Slow avevano deciso per questa quinta edizione di alzare il tetto

massimo di partecipanti a quota 800, numero raggiunto in neanche una

settimana.

Le iscrizioni si sono infatti aperte sabato 1 marzo e nella serata di giovedì

si è registrato il sold out, con grande soddisfazione da parte dell'intero staff

2Slow. «È un risultato grandioso» commenta il presidente Paolo Sala, «ci

speravamo, ma onestamente pensavamo di arrivare a 800 un po' più in la

nel tempo, intorno a maggio diciamo. Già nella prima giornata utile per

iscriversi c'è stato un boom con oltre cento adesioni e questo ci aveva fatto

intuire come sarebbero andate le cose».

Tanti i motivi che hanno portato a questo incredibile risultato, primo su

tutti l'unicità di una gara che in sole quattro edizioni ha saputo attirare su di

se la passione e l'attenzione di tutti gli appassionati del mondo skyrace.

«Lo scorso anno» prosegue Sala, «avevamo una lista di attesa di oltre 150

persone e so per certo che molti non si sono neanche aggiunti ben

consapevoli che era impossibile riuscire a partecipare con tutte quelle

persone davanti. Credo che quest'anno tutti quelli che erano rimasti fuori si

siano affrettati ad iscriversi il prima possibile per avere la certezza di

partecipare. Ora sistemeremo tutte le pratiche burocratiche relative ai

pagamenti, dopo di che apriremo una nuova lista d'attesa, considerando

che qualcuno si può sempre ritirare».

Ricordiamo che già nel mese di dicembre era possibile assicurarsi un posto

tra gli 800 grazie all'iniziativa Regala la ResegUp, con 280 partecipanti

che approfittarono dell'occasione. «Oltre a questi 800 ci saranno poi gli

inviti che porteranno il numero di concorrenti al via intorno a 830». Una

curiosità, a chiudere ufficialmente le iscrizioni è stata Emanuela Brizio,

atleta della Valetudo Skyrace, che alle 21.45 di giovedì sera si è

accaparrata l'ultimo posto disponibile.

Durante la presentazione nello scorso mese di febbraio erano intervenuti il Re del

Resegone Nicola Golinelli, vincitore delle ultime due edizioni della

ResegUp e detentore del record con il tempo di 2:13.03 fatto registrare

nell'edizione del 2012, e Marco Melchiorri, ultratrailer finisher a ben

nove UTMB e tre Tor des Geants, oltre che esperto conscitore della

ResegUp avendo partecipato a tutte le edizioni sin qui disputate. Presenti

anche diverse autorità del territorio, come Alberto Francini, questore di

Lecco, Francesco Calvetti in rappresentanza del Politecnico, e Antonio

Rossi, ex campione di canottaggio e ora assessore dello sport della regione

Lombardia.

Altra importante novità è l'ingresso della ResegUp in uno dei circuiti

nazionali di specialità più importanti, La Sportiva Gore-Tex Mountain

Running Cup, organizzato dall'omonima azienda di Ziano di Fiemme, in

provincia di Trento, leader mondiale nel settore delle calzature ed

abbigliamento da montagna. Il circuito, composto da cinque delle migliori

gare skyrunning e trail internazionali, vedrà la ResegUp protagonista della

seconda tappa. Oltre a questo la ResegUp entra a far parte delle

Skyrunning Series Italy organizzate dalla Federazione Italiana di

specialità e sarà valida come Campionato Regionale Cus Lombardia di

skyrunning con l'assegnazione del Trofeo Stephanie Frigiere, in memoria

della giovane alpinista scomparsa a 29 anni dopo che una valanga se l’è

portata via sui monti della Valle D’Aosta.

Presentato anche il pacco gara dell'edizione 2014, con un K-way tecnico

da non perdere. Inoltre, in occasione della quinta edizione, è stata

preparata un'apposita maglia celebrativa che verrà consegnata a tutti i

finisher che avranno completato anche le precedenti quattro edizioni.

Anche quest'anno la ResegUp non tralascerà l'aspetto della solidarietà.

Come gli anni scorsi una parte del ricavato andrà a sostenere l'Una Onlus,

Associazione Genitori Oncologia Pediatrica, in un impegno nella quale gli

organizzatori credono fortemente così come nel nuovo progetto che è stato

deciso di abbracciare in collaborazione con l'associazione Les Cultures.

Un'altra parte delle quote di iscrizione servirà infatti a sostenere un

importante intervento socio-sanitario volto a migliorare le condizioni di

circa mille bambini in alcuni villaggi nel nord del Niger.

Di invariato ci sarà invece il percorso di gara, apprezzato già nelle passate

edizioni da tutti i concorrenti. I partecipanti saranno quindi impegnati su

un percorso di 24 km totali con un dislivello positivo di 1800 metri.

Partenza dal lungolago di Lecco per iniziare a salire verso Malnago.

Passando dalla Capanna Stoppani, il percorso toccherà poi la sua massima

altezza sulla cima del Resegone a 1877 metri, in prossimità del Rifugio

Azzoni, per poi scendere in località Forbesette. Nuova salita fino al Passo

del Giuff (1531 metri) e poi una lunga discesa sino al traguardo posto

come da tradizione in piazza Cermenati.

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti