Più di 500 alla 1ª Pellerina To Run (TO)

Di MARCO CESTE ,

Pellerina To Run
Pellerina To Run

Decisamente suggestivo il colpo d’occhio che hanno offerto gli oltre 500 che questa mattina hanno partecipato alla prima edizione della Pellerina To Run. Un serpentone bianco e blu che si è snodato lungo i dieci chilometri del tracciato della corsa non competitiva organizzata dal Base Running. Proprio l’organizzazione ha messo a disposizione i colori, facendo trovare nei pacchi gara degli atleti le canottiere sportive con colori e firma societari. Risultato, un cordone uniforme che per tutta la mattinata ha colorato il parco Carrara di Torino, meglio conosciuti come parco della Pellerina. Un evento riuscito e ben organizzato, che ha puntato soprattutto sulla solita passione che i torinesi nutrono per questo tipo di manifestazioni. Infatti, la mattinata assai fredda è stata presto riscaldata dal calore sportivo, che i piemontesi non perdono occasione di dimostrare. E come ogni non competitiva che si rispetti, c’è stata anche battaglia per la vittoria. O per meglio dire, c’è stata voglia di vittoria, dimostrata dalla grinta e dalla concentrazione con cui gli atleti più titolati hanno affrontato la corsa. Il risultato finale, però, non è stato mai in discussione, fin dai primi metri. Fra gli uomini ha dominato Alberto Monasterlo del Sportcity Base Running e in campo femminile Monica Panuello del Dragonero.

Monasterolo ha preso la testa della corsa fin dallo sparo per non lasciarla più. All’arrivo ha fatto segnare il tempo di 33’39", infliggendo un distacco di oltre 3' a Dario Barale, Diego Naronte e Luca Croce. Senza storia anche la gara rosa nella quale la Panuello, atleta del Dragonero, non ha lasciato scampo alle sue avversarie chiudendo con l'ottimo tempo di 37'34" e con il quinto posto assoluto. 

L’evento, inoltre, era dedicato alla memoria di Alfredo Ventre, ex infermiere dell’ospedale Molinette, e ha visto parte del ricavato devoluto all’UGI, l’Unione Genitori Italiani contro il tumore dei bambini ONLUS.

Bella atmosfera dunque alla Pellerina, nonostante un’escursione termica che è andata dai pochissimi gradi sotto lo zero, ai pochissimi sopra. Una domenica per tutti: atleti più o meno preparati, bambini e intere famiglie. Una domenica nella quale ha vinto l’amore per la corsa.

Marco Ceste

il racconto fotografico della gara http://runningpassion.lastampa.it/news/pellerina-to-run-i-volti-della-torino-che-corre-998000



Può interessarti