Pittarosso Pink Parade Milano: di corsa per la fondazione Umberto Veronesi

Di GIANCARLO COSTA ,

Pittarosso Pink Parade Milano
Pittarosso Pink Parade Milano

L’entusiasmo e la solidarietà hanno il colore rosa e il passo deciso delle oltre 12 mila persone che domenica 22 ottobre, hanno partecipato alla 4a edizione della PittaRosso Pink Parade, a sostegno della Fondazione Umberto Veronesi e del progetto Pink is Good per la ricerca scientifica contro il tumore al seno. Il “fiume rosa» ha vinto a pieno titolo sul grigio cielo di Milano. Si è partiti in due tranche da Piazza del Cannone: alle 10.00 per la corsa cronometrata di 10 Km dedicata ai runners, e alle 10.30 per la camminata di 5 Km. Una moltitudine tanto solidale quanto eterogenea e transgenerazionale: donne, uomini, bambini hanno attraversato Parco Sempione passando all’interno dell’Arena Civica, luogo storico dello sport milanese, poi l’Arco della Pace, per ritornare in Piazza del Cannone direttamente al Villaggio, dove la festa è andata avanti con l’intrattenimento di R101, radio ufficiale dell’evento.
Un serpentone gioioso ha colorato i sentieri del Parco testimoniando l’energia positiva e l’armonia di chi sa che sta facendo la cosa giusta, ovvero mettersi in gioco in prima persona per una causa universale: la salute di tutte le donne, il sostegno a una ricerca scientifica che non si arrende e che sta affinando sempre più le armi contro la malattia.

A ogni chilometro conquistato, il ritmo della musica di R101 e i sorrisi di tutti: PittaRosso Pink Parade si conferma un evento eccezionale in grado di aggregare migliaia di persone che condividono la fiducia nella scienza. La straordinaria affluenza è di per sé un traguardo importantissimo: “In tre anni abbiamo donato alla Fondazione quasi un milione di euro. Oggi a Milano abbiamo colorato di rosa l’intero Parco Sempione sfiorando oltre 12 mila presenze. È stata un’occasione per trascorre una splendida giornata tutti insieme, all’insegna delle Donne e della ricerca scientifica! Tutto ciò è stato possibile grazie all’incredibile sostegno dei nostri clienti e di chi, in questi anni ci ha seguito e ha reso la PittaRosso Pink Parade un evento di importanza nazionale. Nemmeno le previsioni meteo, poco incoraggianti, sono riuscite a smorzare il nostro entusiasmo e ridimensionare la nostra forza: la PittaRosso Pink Parade è troppo importante per noi e per le donne che affrontano la malattia. PittaRosso è un’azienda al femminile, se pensiamo che oltre il 40% dei suoi dipendenti e il 70% dei suoi clienti sono donne, e ha scelto la Fondazione Umberto Veronesi che parla in modo specifico alle donne, per sostenere un progetto al femminile. Insieme vogliamo sconfiggere il tumore al seno”! ha dichiarato Andrea Cipolloni AD PittaRosso oggi al termine della 4° edizione della PittaRosso Pink Parade.

Quello tra PittaRosso e Fondazione Umberto Veronesi è un legame che dura da quattro anni: l’azienda leader nella vendita di calzature e accessori per tutta la famiglia, è in prima linea a supporto della ricerca scientifica contro il tumore al seno, e attraverso la PittaRosso Pink Parade mira a sensibilizzare l'attenzione pubblica e raccogliere fondi per la ricerca scientifica, a testimonianza di come lo sport è oggi, più che mai, uno degli aspetti fondamentali della prevenzione.

L’intero ricavato della PittaRosso Pink Parade sarà interamente devoluto alla Fondazione Umberto Veronesi che da anni con il progetto Pink is Good sostiene borse di ricerca e progetti di altissimo profilo scientifico. Quest’anno i fondi raccolti permetteranno di finanziare un progetto multicentrico pluriennale che mira a ridurre ulteriormente la mortalità da tumore al seno, migliorando l’integrazione tra le tecniche diagnostiche oggi disponibili per favorirne un uso personalizzato, e valutando le correlazioni tra stili di vita e insorgenza di malattia su un ampio numero di donne, per comprendere in maniera ancora più energica come possiamo contribuire a prevenire questo tipo di tumore. Chi desidera sostenere il progetto Pink is Good della Fondazione Umberto Veronesi, potrà effettuare una donazione libera presso tutti i punti vendita della rete PittaRosso fino alla fine del mese di ottobre.

L’obiettivo è superare la cifra record di 500.175 euro raccolta nel 2016.
Il progetto Pink is Good è in continuo ampliamento: ogni anno sono conferite numerose borse di ricerca a medici e ricercatori di altissimo profilo che hanno deciso di dedicare la propria vita allo studio e alla cura dei tumori femminili. Al tempo stesso sono stati creati progetti che promuovono l’importanza della prevenzione come il gruppo di Pink Runner, donne ex pazienti colpite da tumore al seno, che hanno partecipato negli anni a maratone internazionali come la Maratona di Amsterdam, la Medio Maratón di Valencia e che quest’anno parteciperanno nuovamente alla famosa Maratona di New York dimostrando ancora una volta quanto sia fondamentale l’attività fisica come arma di prevenzione.

“Dal 2013 ad oggi abbiamo sposato questo progetto con entusiasmo e coraggio e i numeri sono stati subito importanti”, ha detto Andrea Cipolloni, AD PittaRosso. “L’'adesione quest’anno è stata totale e siamo riusciti a coinvolgere degli sponsor importanti. Dai 3.500 partecipanti del 2014 abbiamo raggiunto i 9.000 nel 2016 e quest’anno abbiamo superato i 12 mila. Dei 500mila euro raccolti lo scorso anno buona parte delle donazioni sono arrivate dai punti vendita PittaRosso. Tutta l’azienda è stata coinvolta nella realizzazione di questo evento non competitivo che ha creato una grande aggregazione con l’obiettivo di sostenere la ricerca. PittaRosso Pink Parade sta crescendo di anno in anno – continua Cipolloni – fino a diventare un appuntamento di eccellenza, un punto fisso nel calendario milanese. Questo evento ci rende particolarmente orgogliosi, perché dimostra quanto la gente sia sempre più attenta e presente quando si parla di ricerca per la lotta ai tumori".
Un impegno per un futuro più roseo. E più rosa.

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti