Oliviero Bosatelli al via del Castle's Trail di Verres

Di GIANCARLO COSTA ,

Oliviero Bosatelli vincitore del Tor des Geants nel 2016 (foto acmediapress)
Oliviero Bosatelli vincitore del Tor des Geants nel 2016 (foto acmediapress)

La preparazione della stagione del ‘Gigante' Oliviero Bosatelli passa anche dalla Valle d'Aosta e dalla seconda edizione del Castle's Trail di sabato 10 marzo. Il bergamasco che nel 2016 vinse il Tor des Géants, la maratona di 330 chilometri sulle Alte Vie della Valle d'Aosta, sarà in griglia di partenza a Verrès e sarà il protagonista assoluto di giornata. Lui, il ‘Gigante' abituato alle lunghe distanze, dovrà però fare i conti con Dennis Brunod, uno dei trailers più forti in Valle d'Aosta e specialista delle gare più corte. Sabato prossimo si preannuncia una sfida eterna, che si snoderà lungo i 23 chilometri disegnati tra Verrès, Montjovet e Challand-Saint-Victor, i tre territori comunali toccati dall'evento.

Nonostante le basse temperature e le ultime nevicate, le iscrizioni procedono spedite: più del 50% dei pettorali a disposizione sono stati venduti. A oggi sono già presenti oltre 240 concorrenti; rimangono liberi circa 160 posti per arrivare ai 400 dorsali, il tetto massimo imposto dall'organizzazione. Le iscrizioni sono aperte fino al 9 marzo sul sito internet di wedosport.net al costo di 25 euro. In tanti decideranno nei prossimi giorni, proprio come Bruno Brunod e il figlio Mathieu (vincitore del Tour Trail 2017), più volte visti sui sentieri del Castle's Trail. Già confermata invece la presenza di Denise Avalle, la cuneese che vinse il circuito femminile lo scorso anno.

Le condizioni climatiche di questi giorni al momento non preoccupano gli organizzatori. Gara e percorso sono confermati e solo giovedì prossimo verranno fatte eventuali altre considerazioni, anche perché il tracciato di gara, che propone un dislivello positivo di 1.530 metri, non raggiunge quote elevate: non si va oltre i 970 metri di quota, mentre la partenza (nel cuore di Verrès) è posta a quota 391 metri.

Dopo il grande successo della prima edizione, quest'anno il Castle's Trail rimane invariato in tutti i suoi dettagli. Partenza, arrivo, percorso, dislivello e logistica generale non cambiano, i trailers hanno apprezzato e l'organizzazione ha scelto di proseguire sulla stessa linea. Cambia invece il programma generale perché oltre agli impegni agonistici ci saranno due appuntamenti incentrati sullo sport e la nutrizione: giovedì alle 20,30 (Salone Bonomi, Verrès) la dottoressa Anna Maria Covarino interverrà nella serata ‘The power of nutrition at your service', mentre venerdì alle 20,30 gli alunni della Fondazione Formazione Professionale Turistica prepareranno una cena in collaborazione con il medico nutrizionista Covarino. La serata si svolgerà nella sede di Châtillon (Via I. Mus, 14), prenotazioni ancora aperte (avisverres@gmail.com).

Al Castle's Trail ci saranno anche gli alunni dell'Istituzione Scolastica ISILTEP di Verrès, presenti per mostrare alcuni video sul trail e altri materiali inerenti i consumi calorici e non solo. Attività che rientra all'interno di ‘M'illumino di meno 2018'. Il Castle's Trail non è solo sport, ma un evento che fin dalla prima edizione ha riunito la popolazione di tre Comuni. Un successo sportivo e sociale, una sfida partita per caso e che stuzzica sempre di più gli organizzatori. Così come stuzzicante sarà il pacco gara, composto da dolciumi della Valle d'Aosta e dalla t-shirt celebrativa della seconda edizione del Castle's Trail di sabato 10 marzo.

Fonte acmediapress

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti