Nella Maratona di Pisa vittorie di Ahmed Nasef e Giorgia Morano, nella mezza Paolo Gallo e Claudia Dardini

Di GIANCARLO COSTA ,

Giorgia Morano premiata alla Maratona di Pisa (foto fb morano)
Giorgia Morano premiata alla Maratona di Pisa (foto fb morano)

Nella 18a edizione della Maratona di Pisa, si impone il campione italiano Ahmed Nasef. Sul traguardo in piazza dei Miracoli, sotto la Torre Pendente, il portacolori dell’Atletica Desio chiude con il tempo di 2h24:00 in una giornata fredda ma soleggiata. Podio completato al maschile dal belga Jeroen Hendrikx, che ha retto il confronto fino al 30° km per concludere in 2h25:53, terzo l’umbro Riccardo Passeri (Tx Fitness) con 2h26:23. “Vengo da un periodo di tante gare - ammette Nasef - prima la vittoria del titolo italiano alla Lago Maggiore Marathon, poi a Firenze come lepre di un altro atleta, infine domenica scorsa il quinto posto a Reggio Emilia. Ma sono venuto qui a Pisa perché sapevo di poter dire la mia e così è stato. Sono stato coperto senza forzare, poi nel finale ho anche accelerato creando così le condizioni per vincere. Bello questo percorso, veloce, scorrevole. Un po’ di vento da Tirrenia per rientrare verso Pisa nella parte finale ma non ha influito più di tanto”.

Nella gara femminile Giorgia Morano, piemontese del Cus Torino, porta a termine la sua seconda maratona in 2h47:10 e si aggiudica il successo, davanti all’ex tricolore Claudia Gelsomino (Atl. Palzola, 2h50:29) e Roberta Ferru (Cagliari Atletica Leggera, 2h51:20). “L’obiettivo della stagione era Ravenna a novembre - spiega la vincitrice - ma era andata male, ritirata al 38° km. Ho deciso così per un’altra chance, ho scelto Pisa e sono stata premiata. Mi ero prefissata di correre in 2h48 e ho fatto anche un minuto in meno”. Arrivati in tutto ben 1392 maratoneti provenienti da oltre 50 nazioni del mondo, battendo il record della scorsa edizione quando furono 1296, e oltre tremila i partenti da piazza Manin per compiere i 42,195 km del tracciato oppure i 21,097 km della Pisanina Half Marathon, dove hanno vinto Paolo Gallo (Gs Orobie, 1h11:33) e Claudia Dardini (Gs Lammari, 1h20:44).

Fonte fidal

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti