Nel Principato di Andorra si corre di nuovo per fasce orarie

Di GIANCARLO COSTA ,

Lo sport permesso nel Principato di Andorra
Lo sport permesso nel Principato di Andorra

Mentre in Italia prosegue la demonizzazione dei runner e dell’attività fisica, in tutta Europa all’uscita dal “Lockdown” si abbina la strategia per far fare sport all’aria aperta alla popolazione “reclusa” dell’emergenza coronavirus.

Dal sito spagnolo “carreraspormontana.com” si viene a conoscenza della ripresa del Principato di Andorra, microstato dei Pirenei posto tra due grandi ammalate d’Europa, oltre all’Italia: Spagna e Francia. Il loro numeri sono irrisori se confrontati con quelli italiani (713 contagiati, 235 guariti, 35 deceduti su una popolazione di 80000 persone) ma la metodologia è interessante.

Lontani da una situazione normale, i limiti sono ancora molti: la durata massima consentita per queste attività di 1 ora, in cui è possibile spostarsi a soli 2 chilometri da casa, indossando sempre la mascherina, mantenendo la distanza di sicurezza (10 metri) ed evitando la folla. Lo fanno anche a giorni alterni, in base al numero civico, ovviamente se non sono in quarantena per il coronavirus.

"Questa fase di uscita temporanea è un'eccezione al confinamento perché restiamo confinati. E dobbiamo continuare con la stessa lotta e lo stesso atteggiamento responsabile per evitare errori fatali", ha dichiarato il ministro della Salute Joan Martínez in una conferenza stampa, aggiungendo che "con prudenza e criteri epidemiologici gestiremo nuove eccezioni e aperture per nuovi settori commerciali ".

La corsa è consentita dalle 6 alle 9 e dalle 19 alle 21, le camminate per le commissioni dalle 9 alle 11 e dalle 14 alle 19, le persone anziane con più di 70 anni possono uscire dalle 11 alle 14.

Fonte carreraspormontana.com

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti