Memorial Partigiani Stellina – Susa (TO – Piemonte) 24...8...2004

Di GIANCARLO COSTA ,

Jonathan Wyatt e Antonella Confortola, la grande coppia della corsa in montagna
Jonathan Wyatt e Antonella Confortola, la grande coppia della corsa in montagna

Compie vent'anni la corsa sui sentieri partigiani della Val Susa e ritorna ai fasti del Challenge, cioè delle edizioni in cui era sfida tra squadre nazionali, presentando un ordine d'arrivo di valore internazionale e non limitato alla sola corsa in montagna. Dieci sono invece le vittorie in altrettante partecipazioni per il fuoriclasse neozelandese della corsa in montagna, Jonathan Wyatt (tra l'altro detentore del record con 1h14'37"), che s'aggiudica la corsa in 1h17'59", sulla novità, per i sentieri di montagna, rappresentata dal keniano Matthew Rugut, che in 1h20'50" che resiste alla rimonta finale di Robert Krupicka della Repubblica Ceca in 1h21'06".

Seconda vittoria per la giovane slovena Mateja Kosovelj in 49'41", sulla forte fondista, bronzo olimpico a Torino 2006, prestata alla corsa in montagna nella stagione estiva, Antonella Confortola, che col tempo di 50'04" precede la compagna di squadra della Forestale Maria Grazia Roberti, terza in 50'47".

La gara si sviluppa sul percorso Susa-Mompantero-Grange Sevine-Costa Rossa, 14,5 km di sviluppo con 1695 metri di dislivello positivo e 235 negativo, questo per la gara maschile, mentre quella femminile, partita da Chiamberlando, era di 8,1 km per 820 metri di dislivello positivo e 235 negativi.

Già scritto dei primi tre classificati maschili, grandi nomi anche per le posizioni dal quarto al decimo posto, nell’ordine: l’americano Joseph Gray, il keniano Edward Kiptanui Too, Mauro Lanfranchi, l’altro americano Simon Gutierrez, Massimo Galliano nella stagione del suo ritorno alla grande nelle corse in montagna, Ricky Gates, il terzo componente della squadra americana ed il forte maratoneta Sergio Chiesa anche lui tornato alla corsa in montagna.

La gara femminile, oltre le prime tre classificate di sicuro livello internazionale, vede il ritorno ad alto livello di Cinzia Passuello, quarta classificata, seguita dalle slovene Lucia Krkoc e Valerjia Mrak, Alma Rijka, Vendula Trnkova della Repubblica Ceca, Cristina Bonacina e Cristina Dosio.

Le parole di Don Giampiero Riardi che presentano il Memorial Stellina, ricordano la battaglia di Grange Sevine del 26 agosto 1944 durante la guerra partigiana, con lo scontro tra la divisione Stellina e le truppe nazi-fasciste: “Sui sentieri dei partigiani tornano a correre i figli e i nipoti di tutti coloro che lassù, alle Grange Sevine, donarono la vita per la libertà”.

Per non dimenticare, mai.

In allegato la classifica completa.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti