Marco De Gasperi ed Elisa Desco vincono la Skyrace Alta Valtellina

Di GIANCARLO COSTA ,

Marco Degasperi vincitore della Skyrace Alta Valtellina (foto meneghello)
Marco Degasperi vincitore della Skyrace Alta Valtellina (foto meneghello)

La "coppia più bella del mondo" dello skyrunning non delude in Valdidentro: per Elisa e Marco vittoria e record, grande exploit per la junior Giulia Compagnoni, al maschile buona risposta di Fabio Ruga.

Una gemma grezza, da affinare, ma pronta e ricca di quella brillantezza che caratterizza i grandi eventi, la skyrace alta Valtellina  ha emozionato gli oltre 200 starters che domenica mattina si sono immersi nell'incontaminato paesaggio della Val Viola. Una bellezza stordente ed un percorso vivo e completo, mai pericoloso, mai troppo tecnico, mai troppo scontato o banale, sempre veloce, sempre frizzante, sempre pronto a rilanciare l'azione e mescolare le carte e beneficio dello spettacolo. La terza edizione, che abbiamo vissuto in primissima linea, ci fa dire che questa gara e questa manifestazione sono sulla strada giusta per fare il salto ed inserirsi nel novero degli appuntamenti da non perdere. Qualità , organizzazione e dettagli sono già ad altissimo livello.

Le gare:

Passerella trionfale per Elisa Desco che ha firmato un podio tutto griffato Atletica Alta Valtellina: per l'iridata 2014 di skyrunning e superstar della corsa in montagna non c'è stato mai il minimo patema: una cavalcata entusiasmante che l'ha consegnata al traguardo con il nuovo record del percorso (1h47'58"). Le sue compagne di squadra hanno onorato al meglio la manifestazione, pur lontana dalla capitana sarà una giornata difficile da dimenticare per Giulia Compagnoni, una junior che senza timori velleitari ha colto un risultato contro atlete di grande esperienza e valore. Terzo posto per Elisa Compagnoni, brava e testarda a non mollare quando nella salita iniziale , complice anche un fastidio ad un piede , doveva cedere spazio ad Elena Tagliaferri. Dopo il passaggio al rifugio Val Viola partiva la rimonta che non ti aspetti, sulla parte di tracciato meno adatta alle sue caratteristiche. Un bel terzo posto impreziosito dal valore delle avversarie che completano la top five: la già citata Elena Tagliaferri e la premanese Chiara Gianola.

Nella gara maschile più pathos, soprattutto nella parte iniziale quando Fabio Ruga ( ReCastello) provava a giocare le proprie chances puntando sulle proprie abilità di scalatore e confidando in un Marco De Gasperi prevedibilmente non al top dopo lo sforzo sostenuto solo 24h prima al Vertikal della Grignetta. Per l'atleta Lariano l'onore delle armi ed il merito di avere avuto coraggio ma il leone si è svegliato subito ed è stato record: facendo appello alle sconfinate cognizioni tecniche , ad un cuore che fa provincia ed alla classe che lo ha sempre contraddistinto Marco De Gasperi ha fatto felici davvero tutti i numerosi tifosi che oggi erano in Valdidentro per lui. Con il già citato Fabio Ruga alla piazza d'onore , il podio si completava di Walter Trentin (Rupe Magna) bravo a precedere il fratello Davide (Rupe Magna) detentore del titolo 2014. Chiudeva la top five il Camuno Gianpaolo Trotti, già nazionale juniores di corsa in montagna nel 2013.

Con le premiazioni per le gare dei più piccoli ed i riconoscimenti alle categorie Master si concludeva una giornata che nemmeno un paio di acquazzoni hanno potuto compromettere.

Promossa la Val Viola, a pieni voti : in Valdidentro, nel 2016, per rivivere le stesse emozioni, per crescere ancora.

Fonte Organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti