La maratona di Pechino a sorpresa all'eritreo Ghebreslassie, ottima Italia con Ruggero Pertile 4º e Daniele Meucci 8º

Di GIANCARLO COSTA ,

L'arrivo dell'eritreo Ghebreseslassie foto iaaf.org
L'arrivo dell'eritreo Ghebreseslassie foto iaaf.org

Cuore azzurro nella prova d'esordio dei Campionati Mondiali di atletica a Pechino. Nella gara più dura e più prestigiosa dell'atletica che corre, la maratona, corsa in condizioni climatiche proibitive per caldo e smog, hanno fatto una grande prova i due azzurri in gara Ruggero Pertile e Daniele Meucci.

La vittoria è andata a un giovane eritreo, 19 anni, dal cognome importante Ghirmay Gebreslassie, che in 2h12'27” si aggiudica il titolo iridato, seguito sul podio dall'etiope Yemane Tsegay argento in 2h13'07” e dall'ugandese Solomon Mutai bronzo in 2h13'29”.

A meno di un minuto, in 2h14'22”, commovente quarto posto per Ruggero Pertile, che a 41 anni, un'età da master, sa ancora essere protagonista a livello mondiale della maratona. Al 25 km prima Pertile e poi Meucci si portano davanti al gruppo dei migliori, che tra l'altro perderà per strada i favoriti keniani Kimetto e Kipsang, con il campione olimpico e mondiale l'ugandese Kiprotich l'unico a salvarsi al 6° posto. Purtroppo un problema di stomaco di Meucci lo costringe ad uno stop, cosa che appesentirà il suo crono finale, 2h14'53”, di circa un minuto, privandolo forse della possibilità di giocarsi il bronzo allo sprint, ma dandogli la certezza che è un maratoneta di livello mondiale che ci fa ben sperare per le Olimpiadi. Nella classifica a squadre l'Italia è la prima nazione europea, dietro alle africane, una soddisfazione in più per il DT Massimo Magnani.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti