Lorenzo Cagnati e Vivien Bonzi trionfano al Trail del Segredont

Di GIANCARLO COSTA ,

Trail Segredont Lorenzo Cagnati (Foto Cristian Riva)
Trail Segredont Lorenzo Cagnati (Foto Cristian Riva)

Il Gav Vertova voleva che fosse una festa dello sport e così è stato, il Trail del Segredont giunto alla nona edizione. Sui 300 atleti al via, si sono imposti il veneto della Recastello Lorenzo Cagnati e la bergamasca del team Gaaren Vivien Bonzi. Il sole ha illuminato le maestose vette della media valle seriana che hanno accolto i runner partiti dal paese di Vertova in questa gara valida come seconda prova del circuito Lombardia Running by Csen.

Non c’è stata proprio storia nella gara maschile, con Lorenzo Cagnati che si è subito portato davanti al gruppo. Bellunese di Canale d’Agordo, 24 anni il mese prossimo, Cagnati, indossando la canotta verde foresta della Recastello Radici Group, ha fatto una cavalcata solitaria di 23 km risalendo la cristallina Val Vertova, il bivacco Testa, la cima del monte Segredont (1540 m slm), passo Bliben, località Dasla, Cavlera, cima Tisa, ed è poi disceso in picchiata verso il traguardo transitando accanto al famoso Santuario di San Patrizio.

Lorenzo Cagnati ha tagliato il traguardo presso l’ex convento di Vertova chiudendo la prova in 1h58’02”, unico atleta in grado di restare sotto le due ore. A distanza di 2’42” è giunto il bergamasco di Albino Marco Zanga del team Autocogliati Pegarun (2h00’45”) che ha superato Pasini intorno ai meno 3 km. Terzo posto quindi per il fondista di Valgoglio Fabio Pasini che con questa performance regala alla Recastello una bella doppietta sul podio. 2h01’31” il suo tempo finale. Quarto Iacopo Brasi e quinto Matteo Bossetti. Nella top ten anche Dario Rigonelli, Danilo Brambilla, Carlo Curnis, Sergio Bonaldi e Ivan Angiolini.

Non ha ancora compiuto 20 anni la regina della gara femminile. Il suo nome è Vivien Bonzi, studentessa universitaria residente a Sorisole, che da pochissimo si è data alla corsa a piedi entrando nel team Gaaren Beahero. Vivien Bonzi, facendo letteralmente il vuoto dietro di sé, si è guadagnata la prima posizione fermando le lancette su 2h26’16”. Al secondo posto si è classificata la compagna di squadra Chiara Galli (2h44’56”) mentre al terzo Chiara Giudici (Us Malonno – 2h49’50”). Nelle migliori dieci rientrano Martina Tognin, Barbara Pozzi, Umberta Magno, Melissa Paganelli, Francesca Finassi, Lorena Zamboni e Monica Montorfano.

Il presidente del Gav Vertova Franco Testa è entusiasta: «Ci riteniamo soddisfatti dell’esito della manifestazione. Non è stato certo facile organizzare in un periodo di emergenza sanitaria ma abbiamo fatto tutto nel rispetto delle norme. Doveva essere una “festa dello sport” e siamo riusciti nell’intento. Abbiamo preso una giornata splendida, le cime della media Valle Seriana si sono mostrate in tutta la loro severa bellezza. Abbiamo raccolto un parere positivo da tutti gli atleti, il loro sorriso al traguardo nel parco dell’ex convento è quello che conta per noi. Ringraziamo i main sponsor del Trail del Segredont, tutti coloro che hanno collaborato, e naturalmente gli amici e i collaboratori che si sono occupati di presidiare il percorso. Il comitato organizzatore del Gav ringrazia inoltre i corridori che numerosi come sempre hanno accolto l’invito. E si augura di averli ai nastri di partenza anche nell’edizione del 2022».

Fonte Montagna Express

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti