Lo Stellina incorona Valentina Belotti Campionessa Italiana Corsa in Montagna 2010

Di GIANCARLO COSTA ,

01 Lo sforzo di Valentina Belotti nell'ultimo strappo in salita poi il tricolore
01 Lo sforzo di Valentina Belotti nell'ultimo strappo in salita poi il tricolore

Suona l'Inno di Mameli per la maglia tricolore femminile indossata per il secondo anno da Valentina Belotti, sul gradino più alto di un podio da sempre prestigioso, importante ancor di più per questa 22a edizione, perché assegna i titoli italiani maschili e femminili di corsa in montagna. Memorial Partigiani Stellina Valsusa, erede del Challenge Stellina, nato per commemorare la battaglia partigiana della Divisione Stellina contro i nazifascisti e diventata un simbolo della memoria, in omaggio a chi, in quei tragici anni della seconda guerra mondiale, correva sui sentieri della Valsusa con altri obbiettivi. La novità del 2010 è che lo Stellina si sdoppia in due giornate e due percorsi, un "lavorone" per tutto lo staff organizzatore, dall'Atletica Susa di Adriano Aschieris, a Paolo Germanetto e Piergiorgio Chiampo, al soccorso alpino, ai vigili del fuoco e tanti altri ancora.

Per le donne e gli junior non più il classico percorso con arrivo a Costa Rossa sulle pendici del Rocciamelone, ma l'inedito percorso di 7,6 km che dall'Abbazia di Novalesa porta all'arrivo di Bar Cenisio, verso il Valico del Moncenisio. Percorso più corto per le junior femminili, con vittoria e titolo per Letizia Titon che vince in 26'20" sui 4,6 km del percorso, con le saluzzesi Mina El Kannoussi 2° in 27' e Cristina Mondino 3a in 27'58", per un podio che è lo stesso del campionato Italiano junior femminile.

Arrivano poi gli junior maschili, anche qui vittoria e titolo per Paolo Ruatti in 42'32", seguito da Andrea Debiasi 2° in 43'03", Alex Cavallar 3° in 45'32" e il valdostano Massimo Farcoz 4° in 46'02", che però conquista il terzo gradino del podio finale del Campionato Italiano alle spalle dei trentini Ruatti e Debiasi.

Grande gara femminile, che con la presenza della slovena Kosovelj da un anticipo della corsa iridata che si disputerà in terra slovena tra 2 settimane. Duello per il titolo tra Antonella Confortola e Valentina Belotti, con l'attacco iniziale della Confortola che non fa la differenza voluta e una caparbia Valentina Belotti tiene duro e scollina con un vantaggio che le è sufficiente nel chilometro e mezzo finale in discesa per vincere gara e titolo in 44'37", mentre per gli altri due gradini del podio volata lunga a favore della slovena Mateja Kosovelj 2a in 45' su Antonella Confortola 3a in 45'03". Alle loro spalle due "veterane" di prestigio, Maria Grazia Roberti, la capitana della nazionale femminile, 4° in 46'53" che con questo risultato conquista il terzo posto finale nella classifica tricolore e Ornella Ferrara, maratoneta con tante maglie azzurre Mondiali e Olimpiche indossate, che sui sentieri dello Stellina conquista un 5° in  48'28" segno di una classe che non perde colpi nemmeno sui sentieri di montagna. Lotta serrata in un minuto per le posizioni dal quinto a decimo posto, con Alice Gaggi 6a in 50'19", Angela Serena 7a in 50'24", Cristina Scolari 8a in 50'34", Ilaria Bianchi 9a in 50'46" e Romina Cavallera, per lei un risultato di prestigio, 10a in 50'55". A domani per la gara maschile, decisiva anche questa per l'assegnazione del titolo.

In allegato le classifiche complete.

A breve la fotogallery dello Stellina.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti