La Marcialonga Running a meno di un mese dal via

Di DAVE ,

Carlin Gruppo
Carlin Gruppo

La Marcialonga Running prosegue la propria corsa verso l’edizione numero 6 (domenica 7 settembre), per quella che è la seconda nata in casa Marcialonga, al fianco della granfondo invernale (la cui 36.a edizione si correrà nel 2009) e della Cycling, il cui secondo episodio è andato in scena il primo giugno scorso, con 1300 partenti.

Numero, quest’ultimo, che è nel mirino pure della Running, tant’è che un anno fa erano proprio 1300 i podisti ai nastri di partenza della corsa che da Moena, al termine dei 24,120 km del percorso, porta sullo storico viale Mendini di Cavalese, sede dell’arrivo pure della gara invernale.

Ad oggi, sono già oltre 400 gli iscritti alla Running (in rappresentanza di 11 nazioni), numeri destinati a gonfiarsi, come storia insegna, dopo il 15 agosto. Anche i podisti, come tutti d’altronde, ora sono con la mente alle vacanze, pronti a tornare in corsa non appena passata la festività di Ferragosto.

Nelle ultime due settimane del mese più caldo dell’estate, infatti, sono attese un migliaio di iscrizioni, così come accadde nel corso delle precedenti edizioni della gara, quando dopo il meritato riposo si torna a pensare alle competizioni.

Quest’anno la Marcialonga Running presenterà alcune novità in merito al percorso. In primis quella di una nuova “location” per la partenza, infatti lo start non verrà più dato dalla piana di Moena (da dove scatta anche la gara invernale), bensì dal piazzale del centro congressi Navalge, sempre a Moena. Una nuova sede voluta proprio dai moenesi i quali, oltre a voler sfruttare la notevole struttura del centro Navalge, hanno espresso la volontà di portare la gara in centro paese e i concorrenti a diretto contatto con il pubblico.

Una scelta che sembra davvero azzeccata e che, con ogni probabilità, verrà riproposta anche per gli anni a venire.

Dopo lo start (ore 9.30), ci sarà dunque il passaggio sul vialone Strada de Loewy, con conseguente riallacciamento con la pista ciclabile all’altezza del Pont de Mur, nonché attraversamento del fiume Avisio e percorrenza della pista Marcialonga (quella che in occasione della gara invernale ospita i “bisonti” degli sci stretti) in direzione Forno, dove è stato allestito un nuovo ponte sul quale transiteranno i concorrenti.

A quel punto, i podisti proseguiranno verso Predazzo con successivi passaggi da Ziano, Panchià, Lago di Tesero e Masi di Cavalese (qui sarà situato il rilevamento della mezza maratona), da dove poi imboccheranno la salita conclusiva che li porterà sul traguardo di viale Mendini a Cavalese, dove nel frattempo si sarà già conclusa la Mini Running.

Per quanto riguarda la logistica ed i servizi, gli organizzatori hanno predisposto un servizio autobus a pagamento con partenza dalla stazione delle corriere di Cavalese (ore 7.20) ed arrivo direttamente in zona partenza alle ore 8.00. Successivamente ce ne sarà un altro, con partenza alle ore 8.04 ed arrivo alle 8.44. A termine gara, invece, ci sarà il servizio offerto dagli organizzatori, con dei pullmini che riporteranno i concorrenti a Moena, oltre ad un pullman (sempre gratuito) che partirà dalla stazione di Cavalese alle ore 11.30.

L’oliata macchina organizzativa di Marcialonga, quindi, è pronta a scrivere un'altra pagina della propria lunga storia, per quella che sarà la sesta edizione della Running, in programma domenica 7 settembre.

Info: www.marcialonga.it

Fonte: foto e comunicato stampa NewsPower.it



Può interessarti