La Firenze Marathon al keniano Asbel Kipsang e all'etiope Ehite Bizuayehu

Di GIANCARLO COSTA ,

Il vincitore della Firenze Marathon 2014 Absel Kipsang (foto organizzazione)
Il vincitore della Firenze Marathon 2014 Absel Kipsang (foto organizzazione)

Tripletta keniana in campo maschile all’edizione numero 31 della Firenze Marathon. A chiudere primo in piazza Santa Croce col tempo di 2h09:55 (che rappresenta il quarto crono più veloce di sempre nella storia della manifestazione) è stato Asbel Kipsang, all’esordio in maratona ma accreditato alla vigilia del ruolo di possibile favorito avendo un primato personale nella mezza maratona di 1h03:49 realizzato in Olanda nel 2012. Al secondo posto, non distante dal vincitore, è stato Levy Matebo Omari, che ha chiuso con un ritardo di 25 secondi (2h10:20). Terzo William Kibor con il crono di 2h15:20. Primo italiano al traguardo Domenico Ricatti (Aeronautica), ottavo in 2h20:01. Tra le donne ha vinto Ehite Bizuayehu in 2h31:28 che ha così portato l’Etiopia alla vittoria femminile per la quinta volta consecutiva a Firenze. Secondo posto per la keniana Grace Momanyi (2h35:04), poi l’altra keniana Lucy Wambui Murigi (2h40:02).

La gara è scattata alle 9.20 dal Lungarno della Zecca Vecchia in una Firenze nuvolosa con leggera pioggia che è caduta nelle prime ore della gara, il colpo di pistola dato dal sindaco Dario Nardella e con lui anche l’assessore allo sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci.

Allo sparo sono partiti in 9.430 contro i 10.777 che erano invece gli iscritti (quindi solo circa 400 unità in meno dei concorrenti partiti lo scorso anno). A precedere la partenza sono stati i Maratonabili con le loro carrozzine di ragazzi disabili spinte dai podisti dell’omonima associazione. In gara anche il ministro dei trasporti Maurizio Lupi. Poco dopo il via della maratona, alle 9.45 in piazza Santa Croce è partita, tra le evoluzioni degli sbandieratori fiorentini - i Bandierai degli Uffizi - e al suono delle chiarine, la manifestazione ludico motoria di un chilometro e mezzo Ginky Family Run, che ha allineato al via quasi duemila tra ragazzi e genitori, con incasso devoluto in beneficenza.

DRAMMA NELLA MARATONA - Una notizia drammatica, giunta nel primo pomeriggio, ha decisamente modificato il clima di festa che aveva contraddistinto la Firenze Marathon. Un podista di 38 anni ha perso la vita dopo essersi sentito male a circa un chilometro dal traguardo della maratona. L'uomo si è accasciato terra, ma malgrado l'intervento tempestivo dei soccorsi, i tentativi di rianimarlo sono stati purtroppo vani.

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti