A Doues La Poya de l'Alpin incorona Julien Baudin e Charlotte Bonin

Di GIANCARLO COSTA ,

Charlotte Bonin vincitrice Poya de l'Alpin Doues
Charlotte Bonin vincitrice Poya de l'Alpin Doues

Il caldo torrido di questa estate si è sentito anche a Champillon in Valle d’Aosta, dove si è disputata oggi sabato 5 agosto “La Poya de l'Alpin”, gara di sola salita da Doues (quota 1170m) in Valpelline al rifugio Champillon – Adolfo Letey a quota 2465 metri, 7,6 km per 1200 metri di dislivello.
Gara rianimata da un nuovo comitato organizzatore, formato dalla Pro Loco di Doues, dalla Polisportiva Sant'Orso e dal Gruppo Alpini, oltre ovviamente dai gestori del Rifugio Champillon che hanno ospitato anche il dopo gara fatto di pranzo e premiazioni, al cospetto delle montagne che dominano la Conca di By: il Gran Combin, il Mont Velan e il Mont Gelè.

Una corsa in montagna che non ha nulla di estremo, nè per lunghezza nè per verticalità, ma che è tracciata proprio per esaltare le doti dei corridori di montagna, che sui perfetti sentieri della Valpelline possono esaltare le qualità di corsa sui sentieri. Partenza da Doues, quindi salita per le frazioni, poi nel bosco e quindi nei prati che conducono verso il Colle Champillon, con traguardo posto sul rifugio.

Dopo una partenza tranquilla, fa sua la gara Julien Baudin del Pont Saint Martin in 59’35”, che sta attraversando un gran momento di forma, non solo nelle gare di montagna ma anche sui percorsi misti e su asfalto. Seconda piazza per Matteo Savin, che partito in testa ha subito la rimonta del compagno di squadra Baudin, ma chiude ottimo 2° in 1h01’55”, con Diego Merivot che completa il podio in 1h03’26”. Completano la top ten Savino Quendoz 4° in 1h04'09”, Simone Truc 5° in 1h04’52”, Luca Casali 6° in 1h05'42”, Giancarlo Costa 7° in 1h07'25”, Giorgio Noel Courthoud 8° in 1h09’26”, Matteo Scieghi 9° in 1h11’00” e Massimo Martini 10° in 1h11’40”.

Nella gara femminile vittoria di Charlotte Bonin dell’Atletica Calvesi in 1h09’57”, triatleta olimpica che in un anno quasi sabbatico si cimenta con successo nelle corse in montagna, e vedendo la sua facilità di corsa anche sui ripidi sentieri di Doues, chissà che in futuro non possa diventare anche una protagonista della corsa in montagna nazionale. Completano il podio femminile Marcella Pont 2a in 1h18’26” e Sara Trevisan 3a in 1h23’53”, seguite da Sabrina Bidese 4a in 1h25’00” ed Elisa Joux 5a in 1h25’23”.

Si sono inoltre disputate le gare giovanili.
Negli Allievi maschili vittoria di Andrea Mosca su Christian Raso.
Nelle Allieve femminili successo di Chantal Girod, 2a Eleonora Locatelli e 3a Chiara Lorenzo.
Nella categoria Junior vittoria di Yannick Zublena si Christian Quendoz.

In allegato le foto de La Poya de l'Alpin.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti