Domenica si corre l’Ivrea-Mombarone, la classicissima delle corse in montagna piemontesi

Di GIANCARLO COSTA ,

Volantino Ivrea Mombarone 2019
Volantino Ivrea Mombarone 2019

Edizione numero 43 per la la classicissima delle corse in montagna piemontesi: l’Ivrea-Mombarone.
La corsa sulla montagna simbolo del Canavese si corre sempre la terza domenica di settembre, quest’anno domenica 15.
Partenza alle ore 8,30 dai 220 metri di quota di Piazza Ottinetti a Ivrea, per correre i 20 km e 2100 metri dislivello fino al traguardo della Colma del Mombarone a 2371 metri di quota, tra due ali di tifosi come si vedono alle tappe di montagna del Giro o del Tour. Corsa per corridori completi, bisogna essere scalatori ma anche andare forte in piano se si vuole ambire alle posizioni nobili della classifica.
Per il terzo anno si disputa anche la gara non competitiva da Ivrea ad Andrate, 10 km con 600 metri di dislivello sullo stesso percorso, che partirà alle ore 9, e che serve per far avvicinare alla manifestazione anche chi non si sente pronto per fare 2100 metri di dislivello.

Corsa che è diventata internazionale negli ultimi anni per la valenza agonistica dei suoi protagonisti.
I record del percorso sono del 6 volte Campione del mondo ora anche Presidente del WMRA (World Mountain Running Association) il neozelandese Jonathan Wyatt in 1h55'17”, mentre al femminile il record è di Camilla Magliano con 2h15’08”.

L’Ivrea-Mombarone sarà anche la terza prova del Circuito Tre Cime, tre gare di corsa in montagna con la caratteristica comune di partire dal centro città ed arrivare in cima alla montagna di riferimento. Le altre due che si sono corse in luglio erano la Biella-Monte Camino e la Pont Saint Martin-Mont Crabun. La classifica finale si otterrà con la somma cronometrica delle tre gare.

Favoriti per la gara maschile sono Massimo Farcoz, vincitore nel 2018, Dennis Brunod, Giovanni Bosio, Massimiliano Barbero Piantino, leader del “Circuito Tre Cime”, mentre nella gara femminile sono attese protagoniste Katarzyna Kuzminska, Chiara Giovando, Lara Giardino ed Elisa Arvat al netto delle iscrizioni dell’ultima ora.

Il presidente degli Amici del Mombarone, Marco Zodo ci dice: “Siamo a oltre 300 corridori iscritti, speriamo di battere il record della 40a edizione, per iscriversi ci sarà tempo fino a venerdì alle ore 12. Le previsioni meteo danno bel tempo e speriamo che sia così dopo la bufera di acqua della scorsa edizione. Comunque abbiamo introdotto un materiale obbligatorio per l’incolumità dei concorrenti in caso di condizioni climatiche avverse. Il Soccorso Alpino sul percorso monitorerà la situazione per garantire la sicurezza dal primo all’ultimo dei corridori. Appuntamento a domenica per la partenza in Piazza Ottinetti e buona corsa a tutti.”

La distribuzione dei pettorali sarà fatta sabato dalle 15 alle 18 in piazza Ottinetti a Ivrea, luogo della partenza del giorno dopo, e la domenica mattina dalle 6,30 alle 8.

Le premiazioni, che saranno precedute dal pasta party a buffet, saranno nel Salone Pluriuso di Andrate a partire dalle ore 15,30.

Da quest’anno sarà obbligatorio portare una giacca antivento/antipioggia (k-way) da indossare in caso di eventi climatici estremi.

Il pacco gara di questa edizione è composto da una maglia manica lunga.
Il rientro dalla Colma del Mombarone a frazione San Giacomo viene fatto a piedi, a San Giacomo gli atleti troveranno borse e navette per il rientro ad Andrate, buff e barrette energetiche.

Per le ultime iscrizioni, si chiude venerdì alle 12, e informazioni www.amicidelmombarone.it infomombarone@libero.it oppure telefonare al 3496715111.

A lunedì per la cronaca su www.runningpassion.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti