Domenica 31 marzo si corre Vivicittà in 34 città italiane

Di GIANCARLO COSTA ,

Partenza Vivicitta (foto organizzazione)
Partenza Vivicitta (foto organizzazione)

Edizione numero 36 per Vivicittà, la corsa podistica per la sostenibilità, i diritti e l’ambiente organizzata dall’Uisp-Unione italiana sport per tutti, evento che in passato ha visto vincitori anche Stefano Baldini, Orlando Pizzolato, Salvatore Antibo e Paul Tergat. Domenica 31 marzo si gareggia in contemporanea in 34 città italiane (tra cui 3 carceri) e 11 all’estero. La competitiva si disputa sulla nuova distanza di 10 km e al termine verrà stilata una classifica unica compensata. Lo slogan di questa edizione è “L’uguaglianza è in gioco”: l’obiettivo è sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica sul valore della coesione sociale. Collegamenti dalle varie sedi in diretta su Rai Radio 1 Sport dalle 9.30 alle 10.30.

STORIE E TERRITORI - “Vivicittà, oggi più che mai, è la corsa che unisce – dice Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp - Tiene insieme pratica sportiva, storie e territori. È un’occasione per far riflettere ogni città sui temi della sostenibilità, della riqualificazione urbana, dell'intercultura, dei diritti e della parità di genere”. Alla presentazione, nella sede storica di Radio Rai di via Asiago a Roma, ha partecipato anche il segretario generale FIDAL Fabio Pagliara. L’edizione 2019 sostiene la Fondazione Kanafani, per i bambini ospitati nei campi profughi palestinesi in Libano. Negli ultimi 12 anni, grazie alle raccolte fondi di Vivicittà, l’Uisp ha contribuito a realizzare due campi sportivi nel nord del Libano, ad acquistare uno scuolabus e a formare operatori sportivi locali.

LE SEDI - In Italia. Competitiva 10 km (e passeggiata ludico-motoria): Ancona, Aosta, Arco (Trento), Arezzo, Bari, Bra (Cuneo), Brescia, Cagliari, Civitavecchia (Roma), Enna, Ferrara, Frosinone, La Spezia, Latina, Livorno, Matera, Messina, Mestre (Venezia), Padova, Palermo, Pesaro, Pescara, Ragusa, Reggio Emilia, Sala Baganza (Parma), Salice Terme (Pavia), Saracena (Cosenza), Siena, Trapani. Passeggiata ludico–motoria 2-4 km: Settimo Torinese (Torino), Todi (Perugia). Istituti penitenziari (distanze variabili): Catanzaro (Istituto minorile Silvio Paternostro), Milano (Casa di reclusione “Bollate”), Monza (Casa circondariale di Monza). All’estero: Sarajevo (Bosnia Erzegovina), Tokyo (Giappone), Ginevra (Svizzera), Tuzla (Bosnia Erzegovina), Yokohama (Giappone), Bengo (Angola), Benguela (Angola), Luanda (Angola), Namibe (Angola), Osaka (Giappone), Otsu (Giappone).

Fonte fidal

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti