Al Cross della Volpe (Volpiano TO) vittorie per Nadia Ejjafini e Marouan Razine

Di GIANCARLO COSTA ,

La vincitrice Nadia Ejjiafini (foto archivio fidal.it)
La vincitrice Nadia Ejjiafini (foto archivio fidal.it)

E’ grigio il cielo sopra Volpiano, teatro del X Cross della Volpe, ma il terreno non è appesantito dalla pioggia che inizierà a cadere solo nell’ultimo giro della prova maschile. La seconda gara indicativa per la selezione della nazionale azzurra impegnata ai prossimi Campionati Europei di Cross (Bulgaria, 14 dicembre), ha visto nelle competizioni assolute il netto successo di Nadia Ejjafini e Marouan Razine. Entrambi portacolori dell’Esercito, i due atleti hanno condotto una prova speculare, arrivando da soli al traguardo. Madrina della manifestazione Valeria Straneo, reduce dalla Maratona di New York dello scorso 2 novembre.  

DONNE - Parte subito al comando Nadia Ejjafini che con gli Europei di Cross ha ancora un conto in sospeso, dopo il 4° posto di Velenjie nel 2011, miglior piazzamento di un’atleta azzurra nella rassegna continentale di corsa campestre. Dopo la partenza lancia in resta e con il gruppo in fila dietro di lei, si assiste ad un ricompattamento a metà gara per poi dare spazio negli ultimi metri ad un nuovo assolo della biellese che taglia solitaria il comando in 28:30.“La prova di oggi mi lascia buone sensazioni – le sue parole - , la condizione sta crescendo. Volpiano era la prima uscita in vista degli Europei e devo dire che il test è stato pienamente superato”.  Alle sue spalle ottima prestazione anche per Elena Romagnolo (Esercito) che chiude a sei secondi dalla Ejjafini; dopo aver corso buona parte della gara insieme alla compagna di club Fatna Maraoui, vincitrice del Cross della Carsolina, negli ultimi metri riesce a trovare lo spunto decisivo, mentre Maraoui cede il passo e taglia il traguardo in 28:48. Più staccate arrivano poi Jessica Pulina (Shardana Associazione Sportiva) e Valeria Roffino (Fiamme Azzurre), rispettivamente in 29:01 e 29:16; alle loro spalle si susseguono gli arrivi di Giulia Alessandra Viola (Fiamme Gialle) in 29:28, Federica Dal Ri (Esercito) in 29:34, Giovanna Epis (Forestale) in 29:38, Silvia La Barbera (Forestale) in 29:35. 11ma assoluta e prima della categoria Under23 Martina Merlo (Aeronautica) che, con 29:57 si impone nettamente su Francesca Bertoni (Mollificio Modenese) con 31:22 e su Elisabetta Ottonello (Cus Genova) con 31:41.

UOMINI - Vittoria autoritaria, quella di Marouan Razine, detto Mario, che mette tra se e Paolo Zanatta (Fiamme Oro), secondo arrivato, ben 12 secondi. Nella prima parte della gara a mettersi in evidenza è Gabriele Carletti (Athletic Terni) ma la sua azione viene riassorbita dal gruppo che arriva compatto a metà percorso; nel terzo giro è Razine a prendere l’iniziativa imprimendo il proprio ritmo e lasciando gli inseguitori sul posto a lottare per le posizioni di rincalzo. “La prova di Volpiano è stata più che positiva, dopo la stagione in pista ora punto sugli Europei di cross; del resto la corsa campestre l’ho sempre sentita come la specialità dell’atletica più mia”.  31:31 per lui al traguardo, contro i 31:43 di Zanatta, mentre sul terzo gradino del podio sale Nekagenet Crippa (GS Valsugana Trentino), primo nella categoria promesse. Gabriele Carletti paga lo sforzo iniziale e chiude quinto dietro Peter Lanziner (US Quercia Trentingrana) e davanti a Alessandro Turrono (Cus Milano). Settimo e secondo nella categoria u23 il piemontese Italo Quazzola (Atl. Piemonte) con Daniele D’Onofrio (Atl. Gran Sasso), ottavo assoluto, a completare il podio di categoria.

GIOVANI - In campo maschile, nuova prova convincente, dopo la Carsolina, dell’allievo Pietro Riva (Atl. Alba), che chiude al secondo posto la gara che vede insieme juniores e allievi, alle spalle di Yassin Bouih (Atl. Reggio). Partito forte Nadir Cavagna (Atl. Valle Brembana), il gruppo si ricompatta nel secondo giro, con Cavagna che salta (finirà settimo) e Riva a dare uno scrollone al gruppo. Arrivo in volata, con il piemontese che perde per due secondi da Bouih, terzo Alessandro Giacobazzi (A.S. La Fratellanza). Al femminile la gara vede il gruppo delle juniores sempre tutto compatto: anche in questo caso decisione in volata, con Alice Cocco (Cus Sassari) davanti a Angelica Olmo (Cus Pavia), a Camilla Matese (Atl. Empoli) e Anna Busatto (Atl. Mogliano). Prima delle allieve Francesca Tommasi (Atl. Insieme New Foods), ottava assoluta.

Fonte fidal.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti