Brevetto Transcivetta Karpos 2020, per la gara l'appuntamento è al 18 luglio 2021

Di GIANCARLO COSTA ,

I vincitori della Transcivetta 2019 Lorenzo Cagnati e Tiziano Moia al passaggio al Lago del Coldai (foto ticomunicazione)
I vincitori della Transcivetta 2019 Lorenzo Cagnati e Tiziano Moia al passaggio al Lago del Coldai (foto ticomunicazione)

Sono state 250 le coppie, provenienti da diverse regioni d'Italia, che nei mesi scorsi sono state protagoniste del Brevetto Transcivetta Karpos, l'iniziativa che ha sostituito, la tradizionale gara, annullata a causa dell'emergenza sanitaria legata al Covid-19.
Con il Brevetto ogni coppia ha potuto percorrere il tracciato da Listolade ai Piani di Pezzè di Alleghe nel giorno e negli orari preferiti, e del tutto gratuitamente. Per essere “brevettati” i concorrenti dovevano attestare, con dei timbri sull'apposito modulo, il passaggio ai quattro rifugi posti lungo il percorso, vale a dire Capanna Trieste, Vazzoler, Tissi e Coldai. All'arrivo ai Piani di Pezzè, presso il rifugio Grande Baita Civetta. Qui, è stato consegnato loro il diploma di partecipazione».

«Non si è trattato di tratta di una gara bensì di un'occasione per vivere la Transcivetta anche in questo 2020 nel quale la Transcivetta non si è potuta disputare» dicono Egidio Ganz ed Erminio Ferretto, del comitato organizzatore. «Il Brevetto Transcivetta Karpos ha voluto essere un'occasione per visitare i rifugi, e gustare il fascino di vivere una giornata di sport “slow” e a contatto con la natura. Il bilancio è positivo: abbiamo avuto 250 coppie, un numero importante anche se lontano dalle mille coppie che solitamente partecipano alla Transcivetta. Mille coppie che contiamo di rivedere, naturalmente, il 18 luglio del 2021, data della quarantesima edizione che avrà il sapore della rinascita».

Nei prossimi giorni sul rinnovato sito www.transcivetta.com verrà pubblicato l'elenco delle coppie che hanno partecipato al Brevetto Transcivetta.

Fonte TI-Comunicazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti