Bitexco Vertical Run (Vietnam): a Valentina Belotti la gara femminile, Emanuele Manzi secondo nella maschile

Di GIANCARLO COSTA ,

Bitexco Financial Tower (foto vietnamrun.com).jpg
Bitexco Financial Tower (foto vietnamrun.com).jpg

Bitexco Vertical Run, ovvero la corsa sui grattacieli. Domenica scorsa in Vietnam si è corsa una gara nel grattacielo più alto di Ho Chi Minh. 49 piani, 1002 gradini e 178 metri di dislivello, questi i dati della corsa sulla Bitexco Tower.

500 gli atleti al via, suddivisi in batterie. Nella gara rosa Valentina Belotti del Runner Team 99 ottiene un altro successo, scoprendosi quest’anno grande specialista. In 6’19”8 si aggiudica il gradino più alto del podio, seguita dalla neozelandese Melissa Moon in 6'34"8, terza l’altra neozelandese Bridget Robertson 6’59”6.

Nella gara maschile netta vittoria per il tedesco Thomas Dold, specialista e mattatore della specialità, vincitore in 4’51”1. Ma alle sue spalle sale veloce Emanuele Manzi della Forestale secondo in 5’27”4, mentre il terzo gradino del podio va al vietnamita Nguyen Ngoc Quang in 5’30”9 .

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti