Andrea Matteucci e Isabella Vidili dominatori del Valborbera Trail

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio Val Borbera Trail 100 Km (foto organizzazione)
Podio Val Borbera Trail 100 Km (foto organizzazione)

Per un organizzatore la chiusura di una gara è spesso un sollievo, ma quando a questo si unisce la malinconia, significa che tutto è andato per il meglio e questo è il sentimento imperante nelle ore immediatamente seguenti la quarta edizione del RUN for A.I.L. Valborbera Trail-Memorial Mario Tacchella. La prova di Cantalupo Ligure (AL) ha goduto di un clima ideale, anche durante la notte le minacciose nubi che pendevano sul percorso non hanno riversato acqua, regalando al mattino un clima ideale per la conclusione dell’evento.

Nel complesso le gare piemontesi sono state appassionanti: lo Strongtrail di 100 km per 5.600 metri di dislivello ha visto il dominio assoluto di Andrea Matteucci, portacolori della società organizzatrice Bergeggi Team che ha preso il largo già nelle battute iniziali, riuscendo a chiudere sotto le 15 ore per appena 53 secondi. Matteucci ha corso in assoluta solitudine mentre alle sue spalle si è infiammata la lotta per le altre posizioni del podio con Maurizio Garota secondo a 2h24’40” e Gianluigi Mignacco, autore di una gara in progressione dopo una partenza lenta, alla fine terzo a 1h48’01”. Bravissima Isabella Vidili, quinta assoluta e prima delle donne in 17h58’23”.

E’ davvero raro vedere un trail di 50 km (dislivello 2.800 metri) che alla fine vede i primi 3 racchiusi in appena 5” e non si può certo dire che abbiano proceduto di comune accordo, perché la lotta fra Giovanni Quaglia, Alberto Ghisellini e Stefano Radaelli si è sviluppata lungo l’intero tracciato. Inizialmente è stato Radaelli a prendere la testa, a metà gara Ghisellini concretizzava la sua grande rimonta passando al comando, ma dopo 40 km veniva raggiunto da Quaglia con Radaelli a oltre 5 minuti. Gli ultimi 10 km vedevano la furiosa rimonta di quest’ultimo, ma sul traguardo di Cantalupo si presentava per primo Quaglia in 5h32’14” con Ghisellini a 4” e Radaelli subito dietro. Lotta dura anche fra le donne con la favorita Giuliana Arrigoni messa alla frusta dalla francese Marléne Charlon, prima al giro di boa ma poi andata in crisi. Prima quindi l’ex azzurra in 6h43’12” con 6’17” sulla transalpina e 58’25” su Simona Piasentin.

Nella 20 km per 1.150 metri successo di Silvio Balzaretti in 1h44’37” davanti a Diego Picollo a 15’27” e a Andrea Squicciarini a 19’04”. In campo femminile grande prova di Anna Grignaschi, sesta assoluta in 2h12’11”, seguita da Vera Mazzarello a 8’35” e da Silvia Ciciliot a 14’02”. Picollo si è preso la rivincita nella 10 km, confermando il successo dello scorso anno, coronando il suo tour de force in 49’48” con 5’01” su Alessio Alfier e 7’21” su Maurizio Campi, mentre in campo femminile il primo posto è andato a Teresa Repetto in 1h15’29” davanti a Antonia Cavanna a 1’25” e a Silvia Cassino a 6’48”.

La giornata alessandrina, anche grazie allo splendido lavoro dei tanti volontari messi a disposizione dal BergTeam e piazzati sul tracciato per ore ed ore, è passata in archivio in un clima decisamente positivo. Un ringraziamento particolare va al Comune di Cantalupo Ligure, che ha sostenuto l’evento mettendo a disposizione le strutture e a tutti gli sponsor. Il RUN for A.I.L. Valborbera Trail-Memorial Mario Tacchella tornerà il prossimo anno per offrire ancora una volta un ultra trail di qualità alle porte dell’autunno.

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti