Alice Gaggi e Alessandro Rambaldini protagonisti del Trofeo Nasego

Di GIANCARLO COSTA ,

Alessandro Rambaldini vincitore del Trofeo Nasego 2018 (foto Damiano Benedetto)
Alessandro Rambaldini vincitore del Trofeo Nasego 2018 (foto Damiano Benedetto)

Le stelle della corsa in montagna hanno illuminato la giornata uggiosa al Trofeo Nasego 2018 a Casto (BS), in Valsabbia. Una mattinata segnata dal maltempo non ha fermato la prima tappa della Classic Cup all’interno dell’EOLO FIDAL Mountain Running and Trail Grand Prix, priva valida anche per il nuovissimo WMRA Ranking, classifica mondiale delle gare più prestigiose.
Alessandro Rambaldini (Atl. Valli Bergamasche Leffe) non delude il pettorale che gli è stato affidato. È lui il numero uno oggi, dopo l'attacco iniziale del keniano Mangata Kwemoi e del duo Kosgei (TGW Zehnkamf), Simukeka (Valetudo Serim), "Rambo" recupera sempre di più fino a tagliare il traguardo per primo fermando il cronometro a 1h37:01. Secondo posto dunque per Isaac Kosgei (1h37:56) keniano naturalizzato austriaco e terzo un grandissimo Luca Cagnati (1h38:09): l'atleta delle Valli Bergamasche dopo il successo a squadra della scorsa settimana a Leffe si porta a casa anche uno scintillante podio in una gara long distance di livello internazionale. Quarto posto a 1:03 il protagonista delle prime battute di gara Mangata Kwemoi seguito da un agguerrito Bernard Dematteis (Corrintime), reduce dal podio del Vertical e oggi in quinta posizione a 2:01 da Rambaldini.

Al femminile il sorriso di Alice Gaggi (La Recastello Radici Group) fa uscire il sole e il pubblico di Famea la accoglie in piena festa: per lei c’è il record della corsa a 1h55:15, superando un primato che già le apparteneva. Secondo posto per la rumena Denisa Dragomir, vincitrice ieri al Vertical Nasego e protagonista anche oggi con il tempo di 1h56:22. Terzo posto internazionale con la britannica Sarah Tunstall (2h00:17). Fuori dal podio, ma davvero brava, l'altra ospite d'oltralpe Celine Lafaye (2h03:39) seguita dall'azzurra Barbara Bani (FreeZone). Niente da fare per la keniana Lucy Murigi che chiude settima penalizzata da un infortunio.

Fonte Organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti