Al PizTriVertikal di Coppa del Mondo a Malonno vittorie di Andrea Mayr e Francesco Puppi

Di GIANCARLO COSTA ,

I protagonisti del PiztriVertikal maschile (foto Benedetto Courthoud Britton Gulberti)
I protagonisti del PiztriVertikal maschile (foto Benedetto Courthoud Britton Gulberti)

Oltre 140 gli atleti totali al via del PizTriVertikal, la gara di Kilometro Verticale disputata oggi sabato 4 agosto a Malonno (BS) con l’organizzazione dell’US Malonno a portare in Lombardia la seconda prova della Coppa del Mondo di corsa in montagna e la quarta di Vertical Cup all’interno dell’Eolo FIDAL Mountain Running and Trail Grand Prix.

Nella gara femminile sui sentieri tra la frazione di Moscio e la malga Campel alle pendici del monte Piz Tri (3,5 km per salire 1000 metri) i riflettori erano puntati sull’ennesimo capitolo della sfida tra le due massime interpreti mondiali del mountain running only up: l’austriaca Andrea Mayr e la camuna Valentina Belotti. Le due non hanno tardato a lasciare la propria impronta sulla gara staccandosi subito dal resto del gruppo. Mayr ha dato sfoggio di tutta la propria potenza e classe piegando la resistenza dell’amica avversaria: al passaggio decisivo del Cap di Landò era di 2’40” il distacco tra le due.
Andrea Mayr ha onorato al meglio il leggendario muro finale della gara, per sua stessa ammissione “una cosa mai vista in tanti anni di corsa in montagna” correndo praticamente tutta la parte conclusiva dove le pendenze sfiorano il 50%. Vittoria e record, un 38’11” che abbassa di oltre 2 minuti il precedente primato e che sarebbe valso all’austriaca il nono posto nella classifica Maschile.
Alle spalle della fenomenale atleta di Wels ecco acclamatissima Valentina Belotti, oggi lontana dal suo best time ma sempre in lotta su più fronti. Non una sorpresa il terzo posto, colto meritatamente dall’irlandese Sarah McCormack, bravissima a contenere nel finale la grande, grandissima, sorpresa di giornata rappresentata dalla giovanissima gallese Heidi Davies, classe 1998. La top five si completa con Elisa Compagnoni, quinta al termine di una lotta davvero furibonda con la torinese Camilla Magliano, soddisfacente sesta al rientro. Settimo posto ma punti ancora pesanti per il ranking mondiale per Gloria Giudici, non una verticalista ma oggi capace di precedere sul traguardo atlete più abituate a questi dislivelli come Arianna Oregioni, la skialper malonnese Corinna Ghirardi e la toscana Annalura Mugno.

Al maschile scenario completamente opposto: non un dominatore ma una gara da cardiopalma con un gruppo di attaccanti subito in evidenza e il classico colpo di scena finale. Pronti via e arriva l’acuto della coppia keniana di Run2gether formata dal leader di coppa Geoffrey Gikuni Ndungu e dal sorprendente Thimothy Kimutai Kirui: con le due gazzelle africane rimangono Hannes Perkmann e Francesco Puppi, che nel 2015 vinse qui il suo primo titolo italiano. Dietro ai quattro di testa si assestava il capitano azzurro Bernard Dematteis distanziato di circa 40” davanti a Marco De Gasperi e al britannico Sam Tosh. Fiato sospeso in vetta con lo speaker che annunciava più volte un Kimutai Kirui all’attacco, ma all’uscita dal tratto di vegetazione che immette sull’anfiteatro naturale degli ultimi 200 metri ecco il colpo da fuoriclasse: Francesco Puppi stacca Kimutai Kirui e Perkmann, pochi metri ma sufficienti per vincere e fare un balzo in avanti considerevole nella coppa del mondo. Hannes Perkmann regolava Kimutai allo sprint per la piazza d’onore mentre Gikuni Ndungu doveva alzare bandiera bianca ma giungeva comunque quarto assicurandosi una dote di punti sufficiente a rimanere in corsa per la World Cup.
Il quinto posto era per un Bernard Dematteis oggi chiaramente in gara con un pizzico di calcolo rivolto alla combinata, lui che domani sarà l’uomo da battere nel FlettaTRAIL. Dal sesto al decimo posto ecco Marco De Gasperi, Sam Tosh, il giovane Andrea Rostan, il capitano del team locale Emanuele Manzi ed un altra grande sorpresa come quella rappresentata da Francesco Nicola.

Ora spazio al FlettaTRAIL, che domani domenica 5 agosto (start ore 9.30 e diretta su Teleboario canale 71 e social web su www.corsainmontagna.it) regalerà il 55esimo episodio del Memorial Bianchi.

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti