In 7000 alla “Corsa di Miguel” vinta da Ahmed El Mazoury e Laila Soufyane, in gara anche il presidente del CONI Giovanni Malagò

Di GIANCARLO COSTA ,

La partenza della Corsa di Miguel (foto fidal.it)
La partenza della Corsa di Miguel (foto fidal.it)

Di corsa nel nome di Miguel. Erano in settemila domenica mattina a Roma all’arrivo della XVI Corsa di Miguel, la manifestazione sui 10 chilometri dedicata al poeta e maratoneta argentino Miguel Benancio Sanchez, nel 1978 vittima del regime militare argentino.  Come ogni anno era presente Elvira Sanchez, la sorella di Miguel, che ha dato il via ai partecipanti insieme al presidente del CONI Giovanni Malagò (poi in veste di runner), all'assessore allo Sport di Roma Capitale Paolo Masini e alla deputata Laura Coccia. Alla fine sono stati 3.941 gli appassionati al traguardo, allestito all’interno dello splendido Stadio dei Marmi dedicato a Pietro Mennea, della gara competitiva ma ha avuto ottimi riscontri anche la "Strantirazzismo", stracittadina non competitiva di 4 chilometri partita dal Ponte della Musica. 

A vincere sono stati due azzurri: Ahmed El Mazoury e Laila Soufyane, entrambi primi con oltre un minuto di margine sulla concorrenza. Il portacolori delle Fiamme Gialle è stato l’unico ad abbattere il muro della mezz’ora, fermando i cronometri a 28:57. Alle sue spalle Riccardo Passeri, dell’Aeronautica (30:08) e il siepista Patrick Nasti (Fiamme Gialle, 30:08). Tra le donne è netta la vittoria di Soufyane, in maglia Esercito, prima in 34:03 davanti ad Eleonora Bazzoni (RFC Roma Sud, 35:41) e Paola Salvatori (US Roma, 36:29). 

Fonte fidal.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti