...Vorrei un antiossidante, grazie...

Di ALBERTO ,

Mai come oggi si sente parlare di stress e di radicali liberi e si entra in farmacia chiedendo un prodotto miracoloso che contenga un mix di sostanze con azione antiossidante per vincere la conseguenza dello stress.


Inquinamento ambientale , fumo di sigaretta, alimentazione scorretta , abuso di bevande alcoliche, esercizio fisico inadeguato , assunzione cronica di farmaci infezioni….Sono solo alcune cause di una particolare forma di stress che gli studiosi hanno battezzato col termine di “stress ossidativo” . Lo stress ossidativo è una forma di stress chimico provocato dalla presenza nel nostro organismo di una famiglia di agenti potenzialmente nocivi , i cosiddetti radicali lberi  . Queste entità invisibili non danno luogo a dei sintomi ben precisi né ad un quadro clinico particolare , pertanto sono i medici specialisti che con attrezzature specifiche sono in grado di stabilire se si è in presenza di uno stress ossidativi. I radicali liberi sono atomi molto reattivi in grado di reagire con qualsiasi parte reattiva di una cellula danneggiandola . Le cause che scatenano l’aumento di radicali liberi possono essere esterne come le radiazioni ultraviolette , numerosi agenti chimici come diserbanti , contaminanti alimentari , farmaci e taluni agenti infettivi quali virus e batteri.
Ma ci sono anche cause interne come l’accelerazione esagerata del metabolismo cellulare che si verifica , ad esempio , dopo uno sforzo fisico intenso e protratto , senza magari un adeguato allenamento .
Alla luce di quanto detto , terapisti, allenatori sportivi e persino estetiste continuano a prescrivere o suggerire al soggetto potenzialmente a rischio di stress ossidativi di assumere integratori antiossidanti senza far eseguire alcun test di laboratorio per stabilire se si è veramente in presenza di stress ossidativo . A livello sportivo è stata , comunque , confermata una relazione tra danni muscolari e radicali liberi i quanto questi ultimi aumentano con l’aumentare dell’intensità dello sforzo fisico e i danni sono maggiori in soggetti non particolarmente allenati. Le ricerche effettuate suggeriscono che nel caso di individui ben nutriti , la difese naturali del corpo rispondono adeguatamente all’aumento dell’attività fisica . Anche se un esercizio submassimale aumenta la produzione di radicali liberi , le difese naturali antiossidanti riescono a far fronte, anche se ciò si ripete in giorni consecutivi .
In una alimentazione corretta  si introducono con frutta e ortaggi una serie di sostanze molto importanti quali la vit. E , vit.C , selenio, β-carotene e coenzima Q10.
In animali nutriti con una dieta normale , i supplementi di vit. E diminuiscono i danni provocati dai radicali liberi durante un esercizio intenso alle fibre muscolari scheletriche e al tessuto del cuore . Gli effetti degli integratori a base di vit.E presi quotidianamente per 3 settimane , alla dose di 200mg al giorno , si sono dimostrati molto evidenti nel diminuire drasticamente la produzione di radicali liberi . La somministrazione giornaliera di una miscela di β-carotene , vit. C e vit. E per 5 mesi , in ciclisti , ha mostrato un effetto positivo riguardo ai segni di stress ossidativo causato da prestazione estrema.
Gli effetti antiossidanti del selenio e del coenzima Q10 restano ambigui.
Il selenio è contenuto nei cereali, funghi ,asparagi  e la sua azione è soprattutto a livello del sistema immunitario o sul metabolismo cancerogeno ma non esiste nessuna relazione con l’attività sportiva .
Il coenzima Q10 agisce molto probabilmente come antiossidante sia nella catena respiratoria sia come riciclatore della vit.E . Gli atleti spesso assumono il coenzima Q10 per migliorare le capacità aerobiche e la dinamica cardiovascolare ma si è potuto dimostrare che non ha nessun effetto né sulla capacità aerobica né sulla resistenza durante esercizio submassimale o sulla dinamica cardiovascolare .
Anche se alcune evidenze mostrano che l’uso degli integratori a base di vari antiossidanti diminuisce la formazione di radicali liberi provocata dall’esercizio fisico , ulteriori ricerche devono ancora approfondire i risultati degli studi precedentemente condotti in questo campo . Un consiglio prudente consiste nell’invito al consumo di una dieta ben equilibrata che comprenda frutta , cereali e verdure. I nutrienti antiossidanti si possono assumere con diversi cibi naturali senza bisogno di integratori . Non dobbiamo considerare il nostro organismo come un grosso bidone in cui buttare un integratore per questo e per quello , quando con una giusta alimentazione riusciamo ad avere tutto ciò che serve per una buona performance ……

D.ssa Emanuela Cedrino

http://www.nutrizionistasportiva.it/



Può interessarti