Magut Race: la pazza corsa dei muratori bergamaschi

Di GIANCARLO COSTA ,

Mario Poletti organizzatore della Magut Race
Mario Poletti organizzatore della Magut Race

Nel rispetto delle disposizioni sanitarie è andata in scena a Songavazzo la Magut Race. Oltre centoventi partecipanti hanno risalito la ripida pineta con un sacco di cemento in spalla fornito da Italcementi, azienda con radici bergamasche supporter di Fly-Up Sport nel goliardico evento podistico estivo.

Muratori delle valli bergamasche e lombardi, sportivi in genere e specialisti delle gare in stile marines, provenienti da tutta Italia e con una nutrita partecipazione anche in ambito femminile, si sono dati appuntamento a Songavazzo, in Alta Valle Seriana, per la quinta edizione della Magut Race. Incitati da due ali di folla i temerari magut si sono sfidati sulla ripida traccia di 170 metri con pendenze proibitive disegnata nella rigogliosa e ombreggiata pineta resa famosa da questo goliardico evento.

Se è vero che alla Magut Race gareggiano campioni di livello mondiale, è altrettanto vero che l’unicità della competizione è capace di regalare ogni anno appassionanti colpi di scena. La medaglia d’oro finale infatti non è arrisa al favoritissimo Eugenio Bianchi del team Scott Ocr Italy Lwt, determinato nel rifarsi dalla débacle dello scorso anno, né al vincitore uscente Daniel Guerini, e neppure al primo classificato del 2018 Paolo Visini. Il miglior tempo di giornata, ma anche il miglior tempo di tutte le edizioni della Magut Race, 1’50”, è stato siglato dal bresciano di Angolo Terme Giacomo Laini. Nell’arco di appena 10 secondi si sono classificati ben 10 atleti. La seconda piazza è andata a Matteo Visini, seguito dal fratello Paolo Visini. Eugenio Bianchi è quarto assoluto, ottavo il vincitore del 2019 Guerini e 21esimo in 2’16” l’ideatore nonché organizzatore Mario Poletti.
a competizione femminile ha visto imporsi Elisa Capponi di Piario, sportiva sì ma all’esordio in gara, stupita ed entusiasta del risultato. Con il crono di 3’13” si è lasciata alle spalle la vincitrice in carica Elisa Pellicioli e la campionessa Ocr del team Scott Rachele Ravani. Ben 17 le donne classificate.

Salvatore Palazzo, responsabile vendite Italcementi: «Siamo qua per divertirci insieme, sono cinque anni che sosteniamo questa manifestazione, ormai consolidata tra i muratori bergamaschi e non solo. Il nostro sacco che da sempre è garanzia di qualità ci piace oggi vederlo utilizzato per una gara divertente e unica nel suo genere in Italia».

Mario Poletti, presidente di Fly-Up Sport: «In un anno così difficile siamo comunque riusciti a preparare questo evento dal taglio originale e festoso, che ha riscosso ancora una volta il gradimento di atleti e pubblico. Grazie a Italcementi e a tutti coloro che ci hanno sostenuto».

Fonte Montagna Express

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti