The Heart of Kenyan Running: i running camp in Kenya con partenza dall’Italia | Running Passion

The Heart of Kenyan Running: i running camp in Kenya con partenza dall’Italia

Di GIANCARLO COSTA ,

The Heart of Kenyan Running Sports Academy Lornah Kiplagat
The Heart of Kenyan Running Sports Academy Lornah Kiplagat

The Heart of Kenyan Running” è un viaggio unico che, attraverso la corsa, porterà nel cuore degli altipiani del Kenya, a stretto contatto con la cultura e le tradizioni dei più forti corridori al mondo. Il Running Camp è un percorso di crescita, sportivo e non, che regalerà indimenticabili emozioni: si avrà la grande opportunità di confronto e di vivere appieno la quotidianità degli atleti keniani, con la possibilità di comprendere le loro origini, il loro presente, il loro futuro. Si percorreranno con loro gli infiniti sterrati di corsa, ci si alimenterà come loro, ci si confonderà con loro. Il martedì e il giovedì di ogni settimana ci si unirà ai gruppi di allenamento locali per le sessioni sulla pista di terra battuta di Tambach e per prendere parte al fartlek collettivo. Il popolo del Kenya, composto da 42 tribù diverse, ha fatto del sacrificio, della semplicità e dell’essenzialità il suo punto di forza. Nonostante la povertà ancora largamente diffusa e la precarietà delle condizioni di vita per la maggior parte della popolazione, il popolo dei leggendari corridori keniani è felice, fiero e rispettoso
Loro sono “Nati per Correre” e Running Camp regalerà questa incredibile opportunità di correre con loro nella Terra in cui la “Corsa è Vita”.

Presentazione del Running Camp

I running camp in Kenya con partenza esclusiva dall’Italia organizzati dall’azienda di Aosta T.T.S.srl (Territorio Turismo Sport), in collaborazione con l’associazione sportiva Runningzen di Ignazio Antonacci e con Matteo Simone, psicologo dello Sport, offrono due settimane di sport, benessere, avventura, cultura e tradizione nel cuore del Kenya.

L’iniziativa è rivolta a runners di tutti i livelli, principianti, amatori e professionisti. Ognuno avrà la possibilità di allenarsi rispettando i propri ritmi e i propri eventuali programmi di allenamento. Sarete sempre guidati e accompagnati nel corso delle vostre uscite da pacers kenyani che vi guideranno ogni giorno sui infiniti percorsi di terra battuta nei dintorni della località di Iten, la leggendaria Home of Champions che da anni ormai accoglie atleti professionisti e runners da tutto il mondo.

La location che è stata attentamente selezionata per accogliere i partecipanti è la bella e ben attrezzata struttura dell’High Altitude Training Centre di Iten, fondata da Lornah Kiplagat.
Oltre al soggiorno in pensione completa, l’HATC mette a disposizione dei proprio ospiti l’uso gratuito della piscina, della palestra, della sauna e della pista privata in tartan a 2,5km dal centro.

Presso l’HATC si terranno anche tutte le attività complementari alle sessioni di allenamento di corsa, ossia sessioni di potenziamento, mobilità articolare, addominali, ecc condotte da allenatori professionisti locali.
Nel corso del running camp importanti appuntamenti saranno anche i seminari teorici, durante i quali si affronteranno non solo temi legati alle metodologie di allenamento e al confronto tra i metodi adottati in Kenya piuttosto che nei paesi occidentali, ma anche argomenti che riguardano maggiormente gli aspetti culturali del popolo dei corridori kenyani, le loro origini, tradizioni, abitudini, aspirazioni per un futuro che consenta loro di emergere e riscattarsi dal contesto di povertà in cui sono nati.

“The Heart of Kenyan Running” vuole infatti configurarsi non solo come stage tecnico di allenamento bensì, e soprattutto, come occasione unica di confronto e conoscenza di una realtà distante da quella della nostra quotidianità, da cui c’è molto da imparare e che saprà conquistarvi con la sua semplicità, fierezza e grande forza d’animo.

Oltre la corsa

Durante il soggiorno ad Iten sarà data ai partecipanti al running camp anche la possibilità di visitare villaggi e scuole tradizionali, per una più completa conoscenza del territorio e della sua cultura.

Per i familiari e accompagnatori dei runners sarà poi previsto un programma alternativo, in cui le sessioni di allenamento di corsa saranno sostituite dalla possibilità di passeggiate in compagnia di qualche pacer locale che guiderà, chi ne avrà piacere, su percorsi sterrati di chilometraggio ridotto.

L’alimentazione è totalmente naturale: presso l’HATC vengono utilizzati solo prodotti locali a km zero. I runners e i loro familiari o amici accompagnatori potranno gustare ogni giorno l’estrema semplicità della cucina locale, leggera e nutriente, perfetta per un regime alimentare salutare.

Per informazioni:chiara.tts@gamil.com

Di Chiara Raso

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti