Il Giro d'Italia di Marco Chinazzo: la scoperta delle terre siciliane

Di MARCO CESTE ,

sul mare..
sul mare..

Prosegue il Giro d'Italia di Marco Chinazzo, atleta piemontese che sta attraversando l'Italia di corsa, da sud a nord: 3600 chilometri in tre mesi.

Chinazzo è partiro il 21 gennaio da Cortemilia, piccolo comune della provincia di Cuneo, dal quale ha raggiunto Genova per poi imbarcarsi per la Sadegna. Dopo aver attraversato di corsa le terre sarde, con il traghetto ha raggiunto la Sicilia, dove si trova proprio in questi giorni.

Marco è partito questa mattina intorno alle 7.00 da Termini Imerese, per compiere la sua cinquantina di chilometri quotidiana. Sarà fra le bellezze della Sicilia fino a venerdì, quando da Messina si imbarcherà per la Calabria.

Gli ultimi giorni sono stati particolarmente duri per Marco, in quanto ha dovuto affrontare i primi seri problemi fisici. La bandelletta del ginocchio destro è leggermente infiammata e quindi, la scorsa settimana ha dovuto prolungare il suo soggiorno a Cagliari, per il doveroso riposo. Questo problema, è ovviamente dovuto ai tantissimi chilometri che Marco sta macinando ogni giorno sull'asfalto. Al suo fianco c'è sempre il fisioterapista Matteo Devalle, il quale gestisce al meglio i suoi sforzi. L'atleta della Valbormida sta comunque molto bene, soprattutto il morale è alto per un'esperienza che sta regalando sempre più emozioni.

"La cosa più difficile, è la lontananza da mia figlia - spiega Marco - ci sentiamo ogni giorni, ma mi manca molto. A causa di un piccolo infortunio ho perso qualche giorno, ma ora non posso più perdere tempo: dovrò rispettare la tabella di marcia in quanto dovrò essere a casa in tempo per la cresima di mia figlia!"

L'alimentazione, fattore decisivo in un'impresa come questa, è regolare ed efficiente: insalatone, formaggio e ogni tanto qualche dolce a pranzo, pasta a cena. Marco, ci tiene a fare i complimenti a Elio Cazzuli, che oltre a dimostrarsi un ottimi fotografo, si sta facendo apprezzare anche come cuoco.

Molto suggestivi alcuni paesaggi naturali che Marco sta attraversando in Sicilia, anche se la delusione è stata molta nel vedere molta sporcizia lungo le strada e le opere dell'uomo che hanno devastato un così bello scenario paesaggistico.

Chinazzo racconta che la gente lo guarda incuriosita quando lo incrocia sulla sua strada e questa è una delle parti, forse, anche divertenti del viaggio attraverso l'Italia. Un viaggio che porterà Marco e i suoi due compagni ad affrontare momenti ricchi di svariate emozioni e sensazioni, molte delle quali probabilmente saranno nuove. La loro avventura è iniziata da poco...il viaggio continua!