Psicologia

La paura di vincere

Di Giancarlo Costa

Sviluppare la Resilienza di Matteo Simone

Può succedere che quando un atleta sperimenta un successo non preventivato, viva la preoccupazione di dover dimostrare di valere tale prestazione e quindi sperimenta ansia per la prossima prestazione dove tutti aspetteranno una sua conferma o meno.

E’ importante per l’atleta o la squadra una buona preparazione mentale volta alla gestione della vittoria ed allo sviluppo dell’autoefficacia personale che ti permette di tirare fuori le risorse personali quando devi affrontare una situazione difficile o sfidante.

Inoltre è importante ...

Continua a leggere

Ciò che distingue un campione da un atleta comune è la resilienza

Di Giancarlo Costa

Tor des Geants una palestra per la resilienza.jpg

Di Matteo Simone - Psicologo, Psicoterapeuta Gestalt ed EMDR

La percezione soggettiva della sconfitta dipende innanzitutto da due aspetti sui quali si lavora molto con un allenamento psicologico, e cioè la formulazione delgi obiettivi e la motivazione.

Per quanto riguarda gli obiettivi, l’atleta dovrebbe essere in grado di formulare una pianificazione degli obiettivi a breve, medio e lungo termine, obiettivi che siano difficili ma raggiungibili, sfidanti, si dovrebbero poer visualizzarli, immaginarli nel momento in cui si raggiungono gli obiettivi.

Può ...

Continua a leggere

L'11 ottobre a Torino il convegno “Modelli e valori nello Sport”

Di Marco Ceste

Maurizio Damilano

Si terrà giovedì 11 ottobre al Circolo Esperia, Corso Moncalieri 2, a Torino il convegno dal titolo “Modelli e valori nello Sport”, organizzato dall’Ordine degli Psicologi del Piemonte in collaborazione con Turin Marathon.

Obiettivo del Convegno sarà di far comprendere come l’attività sportiva non abbia solo un impatto a livello fisico e motorio: un allentamento costante è infatti in grado di agire a un livello più profondo, stimolando la crescita emotiva e sociale della persona, aiutando a trovare ...

Continua a leggere

Lo stato di Flow negli atleti

Di Giancarlo Costa

Tor des Geants 2012.jpg

Di Matteo Simone - Psicologo clinico e dello sport Psicoterapeuta Gestalt ed EMDR

L’esperienza del flow corrisponde ad uno stato psicofisico ottimale: uno “stato di grazia” che rappresenta un elemento predisponente importante per il verificarsi delle cosiddette “peak performances” (prestazioni eccellenti) e si identifica con una particolare condizione in cui l’atleta è così coinvolto nel gesto agonistico in atto da escludere dalla sua mente qualsiasi altra cosa, sviluppando la massima attenzione e concentrazione.

Mihaly Csikszentmihalyi, professore presso il Dipartimento ...

Continua a leggere

Liberi dal doping, liberi dalle mafie

Di Giancarlo Costa

Liberi-dal doping,-liberi-dalle-mafie.jpg

Di Matteo Simone - Psicologo, Psicoterapeuta, Ipnoterapeuta

L’utilizzo degli Steroidi Anabolizzanti (SA) da parte degli atleti al fine di aumentare artificialmente le proprie prestazioni fisiche, è attualmente la forma più diffusa di doping. All’inizio l’autoprescrizione degli SA riguardava solo atleti d’élite praticanti sport di potenza, ma in seguito si estese a macchia d’olio alle altre discipline sportive ed anche ad atleti amatoriali. Gli SA vennero banditi come sostanze proibite dal Comitato Olimpico Internazionale sin dal 1976 ...

Continua a leggere

Sabato 30 giugno corso teorico-pratico in Psicologia dello Sport e del Benessere

Di Giancarlo Costa

Corso in Psicologia dello Sport

Sabato 30 giugno 2012 dalle 10.00 alle 17.00 circa

Programma del corso:

- La formulazione degli obiettivi (goal setting)

- Autoefficacia e prestazione sportiva

- Migliorare la prestazione con l’ Eye Movement Desensitization and Reprocessing (EMDR)

- Il Counselling applicato allo Sport e l’importanza del fattore mentale

- Tecniche di gestione dell’ansia agonistica con il rilassamento psico-corporeo

Durata e svolgimento del corso:

Sabato 30 giugno dalle 10.00 alle 17.00 circa, presso lo studio “Psicologia del Benessere” in via Cristoforo ...

Continua a leggere

Psicologia dello Sport e non solo: il segreto per mantenersi in salute

Di Giancarlo Costa

Il-gioco-della-corsa-per-bambini-(foto-arch. Extreme-Outdoor-Games-Ivrea).jpg

Inizia la collaborazione con il Dottor Matteo Simone, Psicologo clinico e dello sport, Psicoterapeuta Gestalt ed EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing), che con una serie di articoli presenterà un’analisi sotto l’aspetto psicologico dell’attività sportiva, sia come semplice metodo per mantenersi in salute, sia come sport agonistico per praticanti di qualsiasi livello.

Di Matteo Simone

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato le “Global recommendations on physical activity for health”. Questo documento indica i livelli di attività ...

Continua a leggere

Il Biofeedback

Di alberto

bio

Le tre associazioni professionali in Biofeedback statunitensi, la Association for Applied Psychophysiology and Biofeedback (AAPB), la Biofeedback Certification Istitution of America (BCIA) e la International Society for Neurofeedback and Reasearch (ISNR) sono arrivate consensualmente nel 2008 a definire il Biofeedback come il processo che rende possibile ad un individuo di imparare a conoscere i propri cambiamenti fisiologici con l’intento di aumentare la salute e la performance. Precisi strumenti, infatti, misurano attività fisiologiche come l’attività elettrica cerebrale, la funzionalità ...

Continua a leggere

La programmazione Neurolinguistica

Di alberto

pnl

 Un articolo del dott. Salvo Russo sul tema della PNL, oggi tanto in voga.

La Programmazione Neurolinguistica (PNL) è un metodo recente di preparazione mentale, messo appunto negli Stati Uniti negli anni Settanta da due psicologi: Richard Bandler e John Grinder. Fortemente “comportamentalista”, esso si appoggia su diversi metodi, sull’analisi sistemica e sull’approccio psicologico di Erickson. Secondo Bandler e Grinder la più piccola modifica di un elemento può generare un cambiamento totale dell’insieme dell’individuo.


L’obiettivo ...

Continua a leggere

Psicologia dello sport : la tecnica della visualizzazione

Di alberto

visualizzazione

E’ proprio vero: chi riesce ad immaginare (vedere ad “occhi chiusi”) i propri obiettivi, sta già cominciando a realizzarli. Si sta preparando mentalmente a “ciò che realmente avverrà”. Forse anche per questo motivo, nella pratica comune di allenamento molti atleti utilizzano, anche spontaneamente, la visualizzazione.


La visualizzazione può essere definita come la rappresentazione immaginativa del programma e delle singole sequenze motorie da eseguire nei diversi momenti della gara. Tale capacità immaginativa non è uguale in ogni individuo, ma differisce sia ...

Continua a leggere