Veia Skyrace

International Veia Skyrace: a Bognanco il catalano Jan Margarit e la rumena Denisa Dragomir campioni europei di skyrace

Di Giancarlo Costa

Denisa Dragomir campionessa europea di skyrace a Bognanco (foto Pesenti Serim)

Si è disputata oggi in Val Bognanco (VCO Piemonte), l’International Veia Skyrace 31 km con 2600 metri di dislivello, gara valida come Campionato Europeo di Skyrace. Si aggiudicano il titolo continentale il catalano Jan Margarit Solè e la rumena Denisa Dragomir.

Per Jan Margarit Sole una cavalcata trionfale conclusa in 2h53'07", secondo il marocchino Elhousine Alazzaoui in 2h55'08", che però non compete per il titolo europeo, terzo e argento europeo per lo svizzero Roberto Delorenzi in 2h57'25" e ...

Continua a leggere

La Veia Skyrace: in Val Bognanco Serena Vittori e Mattia Scrimaglia vincono il Vertical, Denisa Dragomir e Paolo Bert la skyrace

Di Giancarlo Costa

Paolo Bert vincitore della Veia Skyrace (foto organizzazione)

Grande successo la tre giorni della Veia Sky Race Trofeo Giampiero Bragoni svoltasi in Val Bognanco (VB) da Venerdì 19 a Domenica 21 Agosto.
Centocinquanta gli atleti al via nel Vertical corso venerdì a Bognanco Fonti ed oltre 250 quelli al via la domenica con tanti big pronti a dare spettacolo.

Nel duro vertical ( D+1.100 - km 3,4 ) si impongono due specialisti delle corse in salita, in campo maschile vittoria dell'atleta di casa Mattia Scrimaglia (A.s.d. Bognanco) ...

Continua a leggere

La Veia Skyrace assegna i titoli italiani skyrace a Dennis Brunod ed Emanuela Brizio, vittoria maschile ex-aequo per Brunod e De Lorenzi, femminile per Denisa Dragomir

Di Giorgio Pesenti

Brunod, Brizio, Fabio Meraldi e lo staff Veia Skyrace (foto FB Pesenti)

Domenica 23 agosto nella piemontese Val Bognanco provincia Verbano Cusio Ossola, si è corsa la seconda edizione della Veia Skyrace, Trofeo Giampiero Bragoni, skyrace di 31 km per un dislivello totale di 5200 metri che ha assegnato i titoli di Campioni Italiani assoluti 2015 FISKY. La pioggerella e le nuvole basse hanno costretto il team organizzatore della Veia alla modifica del percorso originale ma comunque la gara non ha perso nulla, ne per quando riguardo l’aspetto tecnico, ne per quello ...

Continua a leggere