Yeman Crippa vince i 5000 metri di Coppa Europa

Di GIANCARLO COSTA ,

Yeman Crippa vincitore dei 5000 metri di Coppa Europa (1)
Yeman Crippa vincitore dei 5000 metri di Coppa Europa (1)

Finale Super League del Campionato Europeo a squadre di Bydgoszcz in Polonia, chiamiamola Coppa Europa come una volta.
Protagonista Yeman Crippa, pronosticato vincitore dei 5000 metri, che concede l'ennesima dimostrazione dello straordinario salto di qualità compiuto nel corso di questo 2019. Il trentino fa letteralmente ciò che vuole per tutto il corso della prova, prima ricucendo sul (disperato) tentativo dello svizzero Julien Wanders (uno da 13:13 sulla distanza quest'anno) di andar via alla distanza, passando ai 3000 sul piede di 7:46, poi scegliendo tempi e modi del successo. L'azione dell'azzurro parte ai 600 metri dal traguardo: la prima variazione di andatura lascia sul posto il tedesco Petros (poi terzo in 13:50.45), la seconda, a 300 metri dal finish, lascia a mulinare le gambe Wanders (secondo in 13:45.31), infine Crippa si prende il tempo anche per sollecitare gli applausi del pubblico, prima di completare la propria fatica praticamente al passo in 13m43s30c, regalando, come il quattrocentista Re, 12 punti all'Italia. Una vittoria sontuosa, da fuoriclasse, ciò che Crippa è oggi nello scenario dell'atletica continentale. In attesa di confrontarsi con la terribile scena mondiale, a Doha. Prima, però, Yeman farà in tempo a tornare in pista a Bydgoszcz, domani, nella seconda delle sue fatiche: i 3000 metri.

“Non è finita qua - annuncia Crippa - questo era soltanto il primo obiettivo, domani ci riprovo anche nei 3000. Me la sono giocata bene, ho gestito la gara, con la sola eccezione del terzo giro, quando sono scappati via il tedesco e lo svizzero. Sono arrivato fresco ai 600 metri, e come avevamo deciso con il mio allenatore, sono partito proprio in quel momento. I 10000 a Doha? Mi auguro di esserci, purtroppo il tempo della Coppa Europa di Londra non basta e quindi devo aspettare il ranking, altrimenti c’è l’ipotesi di una gara il 31 agosto ma ho paura di sballare un po’ il percorso di avvicinamento. Quella di oggi è una vittoria che mi dice che stiamo lavorando bene, soprattutto sull’ultimo giro, e sul cercare di mollare il meno possibile. Siamo a buon punto”.

Fonte fidal

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti