Yeman Crippa torna in pista a Cles sui 1500 metri

Di GIANCARLO COSTA ,

Yeman Crippa (foto Colombo Fidal)
Yeman Crippa (foto Colombo Fidal)

È l’ora di tornare in pista per Yeman Crippa. Anche quest’anno, in una stagione così particolare, l’azzurro ha scelto di esordire con una gara sui 1500 metri: appuntamento martedì 28 luglio a Cles, nel suo Trentino. Il primatista italiano dei 10000 metri, ottavo ai Mondiali di Doha, ricomincia da una distanza più breve dopo le quattro settimane di raduno in quota a Livigno. Il 23enne delle Fiamme Oro non ha intenzione di puntare subito al record personale (3:37.81 dell’anno scorso a Rabat) che invece potrebbe essere nel mirino il 5 agosto a Rovereto, per andare poi in caccia del record italiano dei 5000 di Totò Antibo, uno degli obiettivi dichiarati del suo 2020, il 14 agosto in Diamond League a Montecarlo.
Intanto il debutto, con il due volte bronzo europeo (10.000 nel 2018 e cross nel 2019) al via insieme agli abituali compagni di allenamento Mohad Abdikadar (Aeronautica) e David Nikolli (Atl. Cento Torri Pavia). Il ruolo di lepre d’eccezione è affidato a Yassin Bouih (Fiamme Gialle), tricolore indoor della specialità, che sabato 1° agosto sarà impegnato nei 1500 al meeting di Kuortane, in Finlandia. Tra i motivi di interesse nella prova di Cles, un altro esordio azzurro: quello di Yohanes Chiappinelli, a sua volta reduce dallo stage di Livigno. Il 22enne senese dei Carabinieri, bronzo europeo dei 3000 siepi, finora sul “miglio metrico” ha un primato di 3:47.70 ottenuto tre anni fa.

Partenza alle ore 20.00 per gli uomini e poco prima, alle 19.50, la gara femminile da seguire in chiave azzurra nella serata trentina. Sugli 800 metri sono attese Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata), 2:05.50 sabato nel debutto di Milano per la pesarese che nella scorsa stagione ha partecipato alla rassegna iridata, e Yusneysi Santiusti (Assindustria Sport Padova), oltre a Elisa Bortoli (Esercito) e alla junior Sophia Favalli (Freezone), mentre stavolta Elena Bellò (Fiamme Azzurre) avrà il compito di dettare il ritmo nella fase iniziale.

Fonte Fidal

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti