Yeman Crippa e l’Italia oro nella Coppa Europa dei 10000 metri di Londra

Di GIANCARLO COSTA ,

Yeman Crippa vincitore della Coppa Europa 10000m a Londra (foto fidal) (1)
Yeman Crippa vincitore della Coppa Europa 10000m a Londra (foto fidal) (1)

Vittoria dell’Italia nella Coppa Europa dei 10.000 metri a Londra, con il trionfo di Yeman Crippa che trascina la formazione maschile al successo per team. Il 22enne azzurro, bronzo continentale nella scorsa stagione, conquista la gara in 27’49”79c mentre completano il risultato di squadra Lorenzo Dini, sesto in 28’09”, e Said El Otmani, decimo con 28’26”, entrambi al record personale. È il quinto successo italiano al maschile in Coppa Europa dopo quelli del 2002, 2013, 2015 e 2016, il secondo individuale dopo il sigillo di Daniele Meucci nel 2016.

Per l’Italia c’è anche il bronzo della squadra femminile con il progresso di Sara Dossena al primato personale decima in 32’30” e una buona performance di Isabel Mattuzzi, quattordicesima in 32’44”, mentre Giovanna Epis è quarta nella seconda serie con il suo primato di 32’59”.

Fonte fidal

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti