Xavier Chevrier trionfa con record al Re Stelvio Mapei, Ivana Iozzia prima donna

Di GIANCARLO COSTA ,

Xavier Chevrier vincitore della Re Stelvio Mapei (foto fb Chevrier)
Xavier Chevrier vincitore della Re Stelvio Mapei (foto fb Chevrier)

Di corsa e in bici da Bormio al Passo dello Stelvio (quota 2758 metri), 21 km per 1500 metri di dislivello, questo è “Re Stelvio Mapei”, la gara di corsa in salita disputata domenica 11 luglio in Valtellina e organizzata dall’Unione sportiva Bormiese Complessivamente sono stati oltre 1600 gli iscritti ai 2 eventi.

Nella mezza maratona trionfo con il nuovo record del percorso del valdostano Xavier Chevrier dell’Atletica Valli Bergamasche in 1h28’47”, seguito sul podio da Giuseppe Molteni 2° in 1h36’37” e da Massimiliano Zanaboni 3° in 1h39’19”. Completano la top ten nell’ordine Francesco Mascherpa, Manuel Molteni, Lorenzo Trincheri, Mirco Bertolina, Stefano Boghi, Eros Radaelli e Nicola Borini.
Decimo posto assoluto e vittoria nella gara femminile per Ivana Iozzia del Corradini Rubiera in 1h50’51”, seconda Stefania Pulici in 2h01’29” e terza Bianca Morvillo in 2h05’14”.

Nella gara ciclistica vittorie di Luca Vergallito e Giulia Murada.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti