A Xavier Chevrier e Gloriana Pellissier la Martze di Mineur di Saint Marcel (AO)

Di GIANCARLO COSTA ,

Martze di Mineur a Saint Marcel in Valle d'Aosta
Martze di Mineur a Saint Marcel in Valle d'Aosta

“Paganini non ripete”, Xavier Chevrier e Gloriana Pellissier invece si. A soli 4 giorni dalla vittoria nella notturna Trofeo Baroli, eccoli di nuovo sul gradino più alto del podio de La Martze di Mineur di Saint Marcel in Valle d'Aosta, per la quarta edizione della gara di corsa in montagna, specialità di marcia alpina, del campionato valdostano Martze a Pià. Si correva a Saint Marcel con partenza al santuario di Plout e arrivo nella frazione di Rean. Anche se classificata come “marcia alpina” in realtà è una corsa in salita con un arrivo in discesa, 800 i metri di dislivello in salita per 7,5 km, ai quali vanno aggiunti 200 metri di dislivello in discesa e altri 2,2 km, per un totale di 9,7 km. Quasi un centinaio i corridori di giornata, 96 per la precisione, che si sono cimentati sulle strade poderali che s’arrampicano su per i boschi di quest’angolo poco conosciuto della Valle d’Aosta, un tempo percorso dai minatori che trasportavano carbone, che ogni tanto affiora ancora in qualche tratto del percorso,

Profeta in patria con un'ottima prestazione il neo Campione Italiano a Staffetta di Corsa in Montagna, che a dispetto della maglia di società dell’Atletica Valli Bergamasche, è valdostano di Nus, in pratica “l’Enfant du Pays” visto che abita a pochi chilometri dalla partenza. Ha corso in scioltezza e vinto con il tempo di 47’49”, a soli 5 secondi dal suo record del 2012, fugando i dubbi sulla sua condizione, in netto crescendo, dopo l'infortunio invernale ai muscoli della coscia. Sicuramente domenica ai Campionati Italiani individuali di Oncino darà filo da torcere agli avversari, anche se il suo obbiettivo stagionale è qualificarsi e partecipare ai Campionati Mondiali Lunghe Distanze che si correranno negli Stati Uniti, alla Pike Peaks in Colorado, nella versione di sola Salita. Sul podio alle spalle di Xavier Chevrier sono saliti anche Gabriele Poggi 2° in 52'48” che resiste alla rimonta finale dell'ottima Matteo Peracchione 3° in 52'57”. Top ten completata da Mirco Bertino 4° in 53'49”, Davide Sapinet 5° in 54'04”, Massimo Junod 6° in 54'31”, Mathieu Courthoud 7° in 54'55”, Mikael Mongiovetto 8° in 55'23”, Savino Quendoz 9° in 55'34” e Maurizio Meoli 10° in 55'45”.

Vittoria e record della corsa per Gloriana Pellissier del Centro Sportivo Esercito in 59'12” (anche se il percorso è stato leggermente modificato nella parte alta per i lavori di ripristino delle miniere), che in attesa del suo debutto nelle gare di trail running, con il Trail dei Licony, supera colei che è una delle icone del trail running valdostano e mondiale, con due vittorie al Tor Des Geants e molto altro ancora, Francesca Canepa, seconda in 1h00'14. Completa il podio Christiane Nex terza in 1h01'41”, seguita da Federica Barailler quarta in 1h03'20” e Lara Paganone quinta in 1h04'25”.

In allegato le foto e la classifica dell'evento.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti