Vittoria del Team Europe al cross internazionale di Edimburgo

Di GIANCARLO COSTA ,

La vincitrice del Cross di Edimburgo Yasemin Can
La vincitrice del Cross di Edimburgo Yasemin Can

La tradizionale sfida a squadre nella capitale scozzese vede quest’anno il successo con 137 punti per la rappresentativa del Vecchio Continente, davanti ai padroni di casa della Gran Bretagna a quota 182 e agli Stati Uniti, terzi con 190. Nella formazione europea, impegnati tre atleti italiani con il miglior piazzamento ad opera di Nadia Battocletti. La 17enne trentina finisce ottava nella gara under 20 femminile con il tempo di 14:30 sui 4 chilometri, mentre la statunitense Kelsey Chmiel si aggiudica il primo posto in 14:10 seguita dalla portoghese Mariana Machado (14:13) e dall’olandese Jasmijn Lau (14:13) nei saliscendi di Holyrood Park, su terreno duro e fangoso ma senza pioggia. Un mese fa la portacolori dell’Atletica Valli di Non e Sole ha chiuso in quinta posizione alla rassegna continentale di campestre trascinando la squadra italiana alla medaglia d’argento, ma nell’ultima stagione estiva ha conquistato anche il bronzo dei 3000 agli Europei U20 di Grosseto.
Tra gli under 20 al maschile, dodicesimo posto di Luca Alfieri. Per il 17enne brianzolo della Pbm Bovisio Masciago un crono finale di 20:00 nella gara di 6 km vinta dal norvegese Simen Halle Haugen (19:13) nei confronti dello spagnolo Ouassim Oumaiz (19:16), con il terzo posto del britannico Matthew Willis (19:18).
Nelle prove senior, si ripetono i leader della scorsa edizione.

Al femminile Yasemin Can, nata in Kenya ma di passaporto turco, resiste alla rimonta della britannica Emelia Gorecka per conservare due secondi di vantaggio sul traguardo (20:58 contro 21:00 sui 6 km) realizzando un altro bis dopo quello del titolo europeo. Terza la statunitense Molly Seidel (21:04), quindi la tedesca Elena Burkard (21:13) e la spagnola Nuria Lugueros (21:19), poi arriva venticinquesima la piemontese Valeria Roffino, 27enne delle Fiamme Azzurre, alla sua seconda esperienza in questa manifestazione visto che aveva già gareggiato a Edimburgo nel 2015.
Tra gli uomini Leonard “Lenny” Korir, statunitense di origine keniana, con 24:32 sugli 8 km precede i turchi Kaan Kigen Ozbilen (24:35), campione europeo in carica, e Aras Kaya, terzo in 24:39 con lo stesso tempo del belga Soufiane Bouchiki, invece il britannico Ben Connor è quinto in 24:58. Nella staffetta mista 4x1 km, non valida per la classifica a punti, la Gran Bretagna con Laura Muir in ultima frazione si lascia alle spalle Belgio e Team Europe.

Fonte fidal

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti