Vigilia tricolore a Gavirate con l’Eolo Campo dei Fiori Trail

Di GIANCARLO COSTA ,

Campo dei Fiori Trail 41k podio maschile foto Valetudo skyrunning Italia Racer
Campo dei Fiori Trail 41k podio maschile foto Valetudo skyrunning Italia Racer

Vigilia tricolore per il trail italiano. Si corre domani, sabato 23 settembre, a Gavirate (Va), nel contesto dell'Eolo Campo dei Fiori Trail, un doppio appuntamento di Campionato Italiano Trail, con in palio i titoli del Trail corto (Groupama FoLaGa Trail: 25 km - D+ 1200 mt) e del Trail lungo (Eolo Ultra Trail: 65 Km - D+ 4100 mt) per le categorie Assolute e Master.

Diverse le proposte agonistiche previste dal Comitato Organizzatore dell'Asd 100% Anima Trail, che ha raggiunto la quota massima di pettorali in tutte le prove del programma: alle due gare valide per il Campionato Italiano, si aggiunge infatti anche la Vibram Parco Trail di 45K (2200 D+), senza peraltro dimenticare due prove non competitive: la Morselli Trail di 11 Km e il Mini Trail Campo dei Fiori di 2 Km. Nel complesso, oltre cinquecento gli atleti in gara sui monti e sulle colline varesine nel fine settimana.
Entrambe le prove tricolori varranno anche quali tappe della Eolo Trail Cup, che nelle scorse settimane ha dovuto giocoforza rinunciare alla sua terza prova, dato l'annullamento della K42 Italia, a causa degli incendi che hanno devastato parte dello splendido Parco Nazionale della Majella, in Abruzzo.

Nell'ambito del FIDAL EOLO Mountain and Trail Grand Prix 2017, sarà il Tral dei Monti Lepini di Segni (Roma) a chiudere la Trail Cup, che domani a Gavirate vivrà dunque importante momento di svolta.
Intanto la corsa al tricolore, con Trail Lungo e Trail Corto racchiusi nella stessa sede sul modello proposto anche dalla Federazione Atletica francese. Per quanto concerne la prova più lunga, si tratterà anche di un primo confronto tra alcuni degli atleti top in ottica dei Campionati Mondiali di Penyagolosa (Spa) del prossimo anno. A caccia del successo in campo femminile, tre nomi su tutti: sono quelli di Yulia Baykova (Trail Running/ Team Vibram) e delle già azzurre della specialità Cristiana Follador (Unione Sportiva Aldo Moro) e Lidia Mongelli (Asd Correre Pollino).

In campo maschile, gli azzurri di Badia Prataglia Stefano Fantuz (Ssr La Colfranculana) e Luca Carrara (La Recastello Radici Group) se la dovranno vedere con il valdostano Davide Cheraz (Atl. Sandro Calvesi) e con l'ossolano Riccardo Borgialli (Asd Bognanco), ma sono attesi in zona podio anche l'atleta di casa Stefano Ruzza (Atl. San Marco Us Acli /Team Vibram) e il bergamasco Carlo Salvetti (Bergamo Stars), già azzurro di trail nel 2016 a Geres (Portogallo). Il pettorale numero 1 sarà in ogni riservato al testimonial principale della giornata tricolore, il portacolori dell'Alt. Gavirate Andrea Macchi, reduce dal bel terzo posto nel massacrante Tor de Geants.

Nella prova più breve, altri azzurri in gara: sui 25 Km del Groupama FoLaGa Trail quasi trecento gli iscritti, con favori del pronostico divisi tra gli azzurri Fabio Ruga (La Recastello Radici Group) ed Emanuele Manzi (Us Malonno), con attenzioni importanti rivolte però anche verso il trentino Alex Cavallar (Atl. Vali di Non e Sole). Nella prova femminile, sfida aperta soprattutto tra Barbara Bani (Freezone) e Lisa Buzzoni (Altitude Race): le due lombarde sono reduci da un Campionato Mondiale di Premana concluso a braccetto, dopo quattro ore di gara coronate da un titolo iridato a squadre che le ha rese felici come bambine. Ora un nuovo confronto, con un titolo italiano in palio.

Fonte Mountain & Trail Fidal

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti