Vialatteatrail: sotto le stelle di Sauze d'Oulx (TO) vittorie di Ornati e Cardone sui 25 km, di Borgialli e Crivelli sui 12 km

Di GIANCARLO COSTA ,

Vialatteatrail (foto Francesco Berlucchi)
Vialatteatrail (foto Francesco Berlucchi)

“In the night, on the snow” questo è lo slogan del Vialatteatrail, ma quest’anno la pazza situazione meteorologica che sta rendendo impossibile la stagione sciistica, ha colpito anche questa manifestazione e la stazione sciistica di Sauze d’Oulx.

La mancanza di neve, ha quindi costretto gli organizzatori del Vialatteatrail, a sconvolgere i propri piani, il percorso che prevedeva inizialmente il passaggio al Col Basset, a Sestriere e al mitico Fraiteve, con i suoi 2700 m, è stato modificato per motivi di sicurezza, visti i diversi tratti di ghiaccio presenti sul tracciato nella parte più in quota.

E’ stato predisposto un percorso di 12,5 km e 650 m D+ che portava gli atleti a Sportinia per poi ridiscendere sulla pista di freeride di mtb, apprezzata da tutti, con le sue curve paraboliche, un vero e proprio toboga.

Per gli atleti della gara lunga erano previsti due giri con passaggio in zona arrivo e conseguente tifo.

Circa 600 gli iscritti, provenienti da varie regioni d’Italia.

Sui 25 km del Vialatteatrail, Marco Moletto ha imposto sin da subito il suo ritmo forsennato, passando cosi’ al comando a Sportinia. Al primo passaggio a Sauze, Moletto aveva già 1’34” di vantaggio sul trio Cheraz, Carrara e Ornati, ma nella risalita a Sportinia, sbagliava ad un bivio e perdeva parecchi minuti. Sotto l’arco Mizuno posto in piazza 3° Reggimento Alpini, con il tempo favoloso di 1h55’40”, dopo una lunghissima battaglia, passava per primo Giulio Ornati, che batteva praticamente in volata il bergamasco Luca Carrara. Grande prova anche per il giovane valdostano Davide Cheraz, distanziato di soli 28”, seguito da un Daniele Fornoni “sempre in palla” e da un deluso Marco Moletto.

In campo femminile assolo per Debora Cardone che ha fatto gara solitaria, chiudendo in 2h23’44”, seguita dalla polacca Katarzyna Kuzminska (2h27’33”), completava il podio Giuliana Arrigoni, seguivano poi Marina Plavan e Roberta Lorenzi.

Nella gara corta facile vittoria per Riccardo Borgialli (58’21”), seguito da Luca Gronchi e Dario Natale.

Lara Crivelli è stata la protagonista assoluta, arrivando anche nella top ten assoluta e chiudendo la prova in 1h09’09”, seguita da Bianca Morvillo e Anna De Biase.

Il cielo stellato e la luce della luna hanno accompagnato gli atleti nelle loro fatiche e nonostante la mancanza di neve, hanno reso la serata speciale per tutti gli atleti che si sono presentati al via.

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti