This Is Vertical Race: il prossimo 30 settembre in palio a Valgoglio il titolo italiano Fisky

Di GIANCARLO COSTA ,

Valgoglio Vertical (foto organizzazione)
Valgoglio Vertical (foto organizzazione)

La gara verticale più tosta e vertiginosa delle Orobie, la This Is Vertical Race, si prepara ad una quarta edizione stellare. Sul percorso con un dislivello di 1000 metri condensati in soli 1800 metri di sviluppo si correrà quest'anno per il titolo nazionale. La Fisky, Federazione italiana di skyrunning, ha designato la competizione bergamasca quale prova unica di campionato italiano della specialità vertical kilometer.

I veri grimpeur, gli skyrunner che abbassano le distanze a fine stagione, gli scialpinisti in attesa della neve… tutte queste categorie di atleti debbono evidenziare in agenda la data della This Is Vertical Race. La gara firmata da Manuel Negroni e dallo Sci club Gromo andrà in scena domenica 30 settembre 2018. Una versione deluxe, dalle tinte tricolori, che si arricchirà di novità e migliorie – soprattutto a livello logistico – che verranno spiegate nei prossimi mesi.

Le novità non riguarderanno il percorso, che resta confermatissimo e riceve ogni anno gli apprezzamenti degli intenditori delle gare only up. Dalla centrale Enel di Aviasco, poco sopra l'abitato di Valgoglio, si inerpica la traccia - ben segnalata - che sale per mille metri di dislivello fino a quota 1980 m slm del crinale, altamente panoramico, che divide la famosa Val Sanguigno dalla altrettanto conosciuta (in ambito escursionistico) zona dei Laghi.

Lo scorso anno vinsero Patrick Facchini e Paola Gelpi, ambedue portacolori del team La Sportiva, rispettivamente fermando le lancette sul tempo di 33'22” e 44'24”. I primati cronometrici appartengono invece a Marco Moletto – 33'18” – e Beatrice Deflorian – 41'56” - .

Fonte Montagna Express

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti