Valle Elvo Skyrace: da Sordevolo al rifugio Coda vittorie di Enzo Mersi e Barbara Cravello

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio maschile Valle Elvo Skyrunning
Podio maschile Valle Elvo Skyrunning

Siamo arrivati alla nona edizione della Valle Elvo Skyrace, una corsa di 12 km di sviluppo e 1650 metri di dislivello di sola salita, che si corre sulle montagne biellesi da Sordevolo, provincia di Biella, al rifugio Coda (quota 2250 metri). Una giornata calda e soleggiata ha accolto in vetta, come alla partenza, i circa 130 corridori che sono arrivati all’Anfiteatro di Sordevolo, nonostante le tante concomitanze e la Biella Monte Camino di soli 7 giorni fa’.

Ma venire a correre su questi sentieri è il modo più bello per ricordare un amico al quale è intitolata questa gara e che l’aveva ideata, essendo il suo terreno preferito di allenamento. Cesare Pedrazzo era un atleta atleta polivalente che sapeva esplorare i confini estremi delle montagne, dai 231 km/h in discesa con gli sci che gli valsero più di un titolo italiano di KL, al Tor des Geants, la corsa sulle alte vie della Valle d’Aosta, che tocca anche il rifugio Coda. Come i motociclisti che rendono omaggio ai loro amici caduti “sgasando” con le moto, venire a “sgasare” sui sentieri che portano al rifugio è forse il modo migliore che abbiano noi che abbiamo conosciuto Cesare per ricordarlo, così in un modo sportivo che gli avrebbe fatto piacere.

In attesa della “decima”, intesa come edizione, Enzo Mersi biellese di Pollone, il paese vicino a Sordevolo, portacolori dell’Atletica Monterosa, si porta a casa l’ottava vittoria in questa gara, che sembra disegnata per le sue caratteristiche, fatta dei primi 7 km corribili con pochissimo dislivello, per poi fare 1200 metri di dislivello nei 5 km finali. Con il crono finale di 1h28’37” precede sul podio Erik Benedetto 2° in 1h33’16” e Giuseppe Pivano 3° in 1h34’28”, entrambi autori di un’ottima prova. Completano la top ten Stefano Radaelli 4° in 1h35’44”, Gianmarco Rigolone 5° in 1h36’25”, Emanuele Falla 6° in 1h36’32”, Michele Primon 7° in 1h40’49”, Luca Occhilupo 8° in 1h41’30”, Corrado Vigitello 9° in 1h42’59” e Luca Pivano 10° in 1h44’04”.

Nella gara femminile ancora un successo per la plurivincitrice Barbara Cravello del GSA Pollone che si aggiudica la gara in 1h47’01” su Marcella Belletti 2a in 1h54’10” e Silvia Szego 3a in 2h10’14”.

“Siamo contenti di questa edizione – dice l’organizzatore Alberto Monticone – 130 corridori sono in linea con la media di partecipazione delle edizioni precedenti. Abbiamo avuto un meteo molto bello, come nella prima edizione, e questo spero invogli la gente a venire sui nostri sentieri e ad andare al rifugio Coda, da cui si ha uno splendido panorama sul Biellese e la Valle d’Aosta. E da domani potremo iniziare a pensare alla decima edizione.”

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti