Valentina Belotti e Gabriele Abate, successi nell’ultima prova tricolore di corsa in montagna a Bolognano D’Arco (TN). Titoli italiani ad Antonella Confortola e Bernard Dematteis.

Di GIANCARLO COSTA ,

Gabriele_Abate_nel_tratto_finale.jpg
Gabriele_Abate_nel_tratto_finale.jpg

Di Piergiorgio Chiampo

Ti aspetti il tris di Bernard Dematteis, sin qui dominatore della stagione tricolore e con il titolo già in tasca. Invece sulle durissime rampe da Bolognano D’Arco al Monte Velo il protagonista è Gabriele Abate. Il piemontese dell’Orecchiella Garfagnana nel giorno del suo trentatreesimo compleanno si regala un successo di prestigio, imponendosi nell’ultima prova del campionato italiano di corsa in montagna. Una corsa tutta di testa la sua, con quel mezzo minuto guadagnato nel tratto centrale dell’ascesa e gestito poi senza particolari patemi nel falsopiano finale. Dietro, un gruppo folto come mai a giocarsi nelle ultime decine di metri podio e piazze importanti anche in chiave azzurra, in vista dei mondiali sul Tonale.

Sul traguardo di Santa Barbara, Abate solitario a tempo di record in 57’07”con un margine di 25”sull’amico e nell’ultimo periodo compagno di allenamenti Alex Baldaccini, autore di una prova maiuscola, la migliore di sempre in una prova tricolore, per il portacolori del G.S. Orobie. Ancor più serrata la lotta per il terzo gradino del podio con Antonio Toninelli alla fine d’un soffio avanti a Marco De Gasperi, con i due poi accreditati del medesimo tempo 57'36”. Quinta piazza invece per Xavier Chevrier e sesta per Tommaso Vaccina, staccati rispettivamente di 37” e 44”. Solo settimo a 2’09” Bernard Dematteis, venuto meno alla distanza dopo un buon avvio, preceduto di pochi metri sul traguardo anche dal fratello Martin. Maglia tricolore comunque sulle spalle di Bernard Dematteis in virtù dei successi nelle due prove precedenti, con Abate secondo e De Gasperi terzo.

A quindici giorni dai tanto attesi mondiali di casa si è finalmente rivista la Valentina Belotti dei giorni migliori, quella dell’inverno e primavera scorsi per intenderci. Dopo 58’10” ben 1’17” il distacco rifilato alla forestale Antonella Confortola seguita a ruota dalla compagna di squadra Renate Rungger. Ancor più netti i divari delle altre, ad iniziare da Alice Gaggi quarta a 3’03” seguita da Maria Grazia Roberti a 3’36”. Confortola al titolo italiano con un primo e due secondi posti, davanti a Belotti e Gaggi.

A livello juniores maschile vittoria di giornata e titolo per il trentino Nekagenet Crippa dopo un bel testa a testa con Michael Monella. Tra le juniores donne infine, campionessa italiana è la bellunese Ilaria Dal Magro, l’unica ad imporsi in tutte e tre le prove tricolori.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti